Non sono una grandissima appassionata di fumetti da edicola. Non fraintendetemi, non sono nemmeno il tipo snob che legge solo saggi stampati in piccolo sulla fisica quantistica, eh. Diciamo che diverse collane da edicola, semplicemente, non mi avvincono.

Ci sono delle eccezioni. Ci sono fumetti da edicola che leggo sempre con grande piacere, ma non seguo nessuna serie.

Immagino che Suore ninja diventerà l’eccezione.

Un po’ di storia, prima. Ho iniziato a seguire il lavoro di Davide La Rosa sul suo blog. I suoi fumetti disegnati male (malissimo, per essere sinceri) erano meravigliosi. Brevi, fulminanti, impregnate di un umorismo geek quando non direttamente nerd. Ho inziato a seguire il lavoro di Vanessa Cardinali quando ha vinto un Lucca Project Contest. Lei è tutto quello che Davide, come disegnatore, non è. Ossia: brava.

L’anno scorso, ho letto con piacere il loro primo lavoro insieme: Zombie Gay in Vaticano. Era provocatorio, bello da vedere e, sì, faceva ridere fino alle lacrime.

Ora, tre dei personaggi “forti” di questa avventura si sono guadagnati una serie tutta loro. Una serie da edicola, per la Star Comics. Il primo numero è un “remake” di Zombie Gay. Era indispensabile, perché è dove si spiega da dove vengono le suore ninja. È una versione più lunga, con più background e più dettagli, che mantiene le stesse buone caratteristiche del fumetto autoprodotto.

Dato che avevo già letto Zombie Gay, non è stato davvero sorprendente, ma se voi non l’avete fatto direi che merita dargli un’occhiata.

E ora attendo spasmodicamente il secondo numero: Vaticano Lost in Space!

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...