Non sono una grande amante del Natale. Con gli anni,  anche il Capodanno ha iniziato ad angosciarmi vagamente.

Cerco di scivolare attraverso le festività più velocemente possibile. Intendiamoci, non so di quelli che durante le feste si deprimono. Al massimo, divento un po’ più cinica.

Come ho già detto, la soluzione che ho trovato è piuttosto semplice. Ignorare le festività e passare il Natale con Sensi, che tanto la pensa come me.

Il nuovo libro procede. Mi ero bloccata di nuovo, ma ora mi sono sbloccata e tutto sta fluendo verso una direzione. Vedo dove sto andando.

Sarà un libro più corposo dei precedenti e anche un po’ più cupo. Sarà un libro ciclotimico, con momenti molto leggeri e momenti piuttosto pesanti. Ho capito che sarà un libro sull’abuso. A un certo punto, tutto ha iniziato a portarmi lì.

Non so se questo sia il modo migliore di passare le feste. E’ il mio modo, credo.

Per quel che vale, se anche voi avete trovato il vostro modo, non ho bisogno di augurarvi un felice Natale.

Che sia, invece, un periodo soddisfacente. Come il resto delle vostre vite, se si può.

PS. ho riascoltato la versione di Reznor-Ross-Karen O di Immigrant Song. Credo che la mia Christmas Carol sarà questa.

Advertisements

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. Nadia Vandelli ha detto:

    Trascorri un buon giorno-qualunque. E’ la cosa che mi sento di augurarti/mi.
    Tieni cuore e autostima al caldo.
    Nadia

  2. Filippo ha detto:

    Ho acquistato “L’ombra del commissario Sensi” quando è uscito in libreria, l’ho letto tempo dopo, quando era giunto il momento di leggerlo e ti faccio i complimenti per l’ottimo lavoro. La cosa che mi ha catturato non è stata la detection, ma la personalità del protagonista perfettamente delineata (come quelle dei personaggi secondari e di contorno, del resto). Il punto di forza è Sensi, il suo essere atipico. È curioso vedere come si muove in relazione agli eventi e alle situazioni perché è un movimento mai banale, mai scontato, mai prevedibile. È questo che mi ha spinto a leggere una pagina dopo l’altra. L’indagine è un pretesto per parlare del commissario e della sua ombra. Ancora complimenti. Attendo il prossimo capitolo.

    Sulla questione feste ti capisco. Sono anni che le considero giorni “normali”, come tutti gli altri, come quello che le precede e come quello che le segue.

  3. sraule ha detto:

    adesso vi spiazzo e vi faccio gli auguri. tiè.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...