Questo qua sopra, cari i miei fanciulli, è il Dampyr al momento in edicola. L'ho scritto io, insieme a Diego Cajelli ed è stato disegnato dal grande Marco Santucci (che, tra l'altro, ha disegnato un Harlan più gnocco del solito, care amcieh).

Come ho già avuto modo di dire, Diego mi ha salvato le chiappe in più di un senso. Con la sua conoscenza della serie, innanzitutto, con la sua esperienza e anche con la sua pazienza.

Il re della pazienza, tuttavia, è senz'altro Mauro Boselli. Voi non potete nemmeno immaginare le lunghe telefonate che ci sono state tra noi. Se fossi stata in lui, mi sarei strozzata con le mie stesse mani.

In ogni caso, spero che i lettori abituali della serie siano soddisfatti (o, almeno, non troppo insoddisfatti) da questa storia. Per quel che mi riguarda, è stata un'esperienza frustrante e, come solo le esperienze frustranti sanno essere, educativa.

E mi sono fatta una certa coltura sulle leggende elvetiche, che non hanno niente da invidiare alle leggende nere e sanguinarie della Germania. 

Fatemi sapere che cosa ne pensate voi, ok?

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. utente anonimo scrive:

    Felicissimo per il tuo esordio Dampyriano
    A breve dovrei riuscire a leggerlo. Ti faccio sapere
    Nel frattempo, io resto sempre in attesa del prossimo numero nel ns amico Ford..
    A presto

    Francesco

  2. CREPASCOLO scrive:

    So di non fare testo, ma un Draka gnoccher than ever non mi seduce. Non si tratta di una considerazione tardomacha di un individuo che ama frequentare quei locali dove il menu è scritto sulla epidermide esposta di ragazze in fiore, sia chiaro. Secondo me, Harlan funzionerebbe molto meglio con tratti di freak, qualcosa come Java, ma disegnato da Igor Kordey o il tizio che fa Hellboy al cinema schizzato da Colan/Palmer.
    I lettori lo adorerebbero. Le lettrici non so. Dico solo che il Conan mainstream è quello con la fronte bassa ed il nasone schiacciato di John  Buscema e non quello a la Gabriel Rossetti incontra Aubrey Birdsley di Barry Windsor Smith.

    La nuova caratterizzazione del mezzo vampiro era ed è parte di una proposta che ho inoltrato alla SBE attraverso i canali ufficiali: ho teleguidato un modellino di aliante travestito da Batplane che ha sganciato il plico del mio elaborato sulla scrivania di SBE. Non è stata una buona idea, perchè i documenti sono atterrati sulla sua collezione di testoline ridotte amazzoniche, parcellizzandole.
    Peccato perchè il fatto stesso che Raule/Cajelli abbiano utlizzato lo spunto del ''tempestario '' mi dice che anche nella mia idea c'era qualcosa di interessante.

    Di seguito una sintesi: molto tempo fa un alieno senziente della dimensioni di una particella naufraga sul pianeta Terra e sopravvive in rapporto simbiotico con una procellaria. Gabriello il Rosso, un Maestro della Notte che gli altri hanno allontanato per le sue rivendicazioni sindacali è tanto affamato da addentare il volatile. L'enzima secreto trasforma il volatile ibribo xenoabitato in un uomo falco mutante della dimensione di un nano di gesso in un giardino brianzolo. Il micro-tizio alato sente arrivare le perturbazioni di qualsiasi tipo – qualche anno fa aveva previsto il crollo delle variant covers della Image e quello dei futures a Wall Street – ma il suo aspetto da Fantozzi travestito da Calimero con i canini sporgenti non lo fa prendere sul serio. Anche quando racconta a Draka che la stella di Ralph Fiennes si sta appannando perchè ha lasciato la sua compagna non+ giovanissima e ha sedotto una hostess in volo, il Dampyr si sganascia come un cavallo e lo lascia a pagina venti, solo nel crepuscolo incipiente.
    Non dico altro perchè non si sa mai – forse un giorno SBE dimenticherà le sue capoccette – e potrò tornare all'attacco con il progetto. Ho già scritto a Kordey, Colan; Bisley e Sears chiedendo loro come potrebbe essere il personaggio se si fosse sottosto ad una plastica che rendesse + rozza la sua maschera  e solo Simon mi ha risposto, promettendomi di rendermi + aereodinamico separandomi dagli arti e da tutto quant'altro sporga. Mattacchione!

      
                       

  3. sraule scrive:

    Francesco: mi sa che dovrai aspettare un po'.
    Crepascolo: sono in disaccordo. E d'altronde, anche tutte le lettrici di Dampyr, ne sono certa. Dai, ora mandami un pacco pieno di figurine doppie del Messina con il tuo bat-plane!

  4. utente anonimo scrive:

    Intanto sto facendo la ola!

    Poi, una volta acattato e letto, facciotti sapere.

    AleDiVirgilio

  5. sraule scrive:

    ok, ale. grazie per la ola! 🙂

  6. utente anonimo scrive:

    Vado a comprarlo e sarà l'unico numero che avrò mai letto di questa serie 😉 … meglio tardi che mai.

    Mick.

  7. sraule scrive:

    buona fortuna, mick,

  8. utente anonimo scrive:

    Salve,
    è il primo numero di Dampyr che acquisto. Me ne ha tanto parlato un amico, e così mi son deciso ad andare in edicola a prenderne una copia, in una più generale ottica di avvicinamento al fumetto.
    Per ora, non ho ancora letto l'albo, ma ripasserò per lasciare il mio parere.
    Saluti.
    Carmine

  9. sraule scrive:

    INSOMMA…SCOPRO CON PIACERE (BUGIARDO CHE SONO!) CHE NEL TORNEO DI GEMS MI SONO SCONTRATO CON DEI PEZZI DA 90!
    Adoro i fumetti. Mi piacerebbe scrivere sceneggiature per fumetti. Tu come hai iniziato? Se posso chiedertelo. Io leggo Nathan Never e Julia (per restare in Casa Bonelli). Ma amo anche altri autori e altri personaggi. Dampyr l'ho seguito per i primi 30 numeri. Ma ora mi sa che mi tocca comprare almeno questo volume per vedere cosa hai combinato. 🙂
    Stammi bene.
    Tuo Alias.

  10. utente anonimo scrive:

    Carmine,
    non sai quanto sono contenta. Non per il mio numero di Dampyr, è chiaro, casomai anche per quello. Ma perché, insomma, è bella la tua ottica di avvicinamento. 

    Alias,
    che bello, un altro Gems! 
    Riguardo ai fumetti, cerco di essere il più schematica possibile: ho cominciato così, da ragazzina, a scrivere e a disegnare fumetti. Poi, per fortuna, ho capito che non sapevo disegnare. Poi, frequentando le fiere e per via di amici in comune, ho conosciuto un piccolo editore, a cui ho proposto un soggetto che è stato accettato. Dopo ho partecipato al Lucca Project Contest, l'ho vinto e così ho pubblicato una storia (Ravenstock) con Panini. E così via…
    Ora, non voglio sembrarti banale, ma penso che, poi, ognuno faccia un percorso diverso. Ci sono persone che hanno scritto in Bonelli proponendo un soggetto e sono state prese (ok, forse è successo a UNA persona, comunque…). 
    E comunque ora mi sento in colpissima perché rischi di ricadere nel tunnel di Dampyr…

  11. sraule scrive:

    Devo dire da fan della serie, che la storia mi è piaciuta, anche se sarebbe piaciuto vedere un pò caratterizzato il personaggio di Else, ma ai fini della trama non sarebbe servito … La trama era interessante con buonissimi spunti: continua così!

    Stefano

  12. sraule scrive:

    Mi unisco ai complimenti 😉 Bel traguardo!

  13. sraule scrive:

    Ciao Vale, grazie!

  14. piccoliviaggi scrive:

    Scusa scusa scuca…ho letto solo adesso il tuo commento alla mia domanda. 🙂 io una volta spedii un'idea per una serie all'eura editoriale. Mi risposero dicendomi che l'idea era davvero molto buona…peccato che non lavorassero a progetti lunghi con un esordiente-principiante. 🙂 Che goduria. Anche queste sono piccole soddisfazioni. Ma del libro della gems sai qualcosa? …qui il silenzio è assordante…o tieni le tue frecce nella faretra…in attesa di colpire la mela rossa? 🙂
    Alias.

  15. sraule scrive:

    sì, è difficile che affidino una seria a un esordiente. In effetti è anche comprensibile e, sì, sono soddisfazioni. a questo punto riproponila facendoti affiancare da un non-esordiete, no? anche se mi dicono che in questo momento in aurea non prendono progetti per serie perché devono ancora assenstarsi. ma è solo una voce, non ho indagato direttamente.
    in quanto al libro, uscirà a maggio, se va tutto bene. ho finito la seconda revisione e la mia editor dice che è ok.

  16. utente anonimo scrive:

    Complimenti per l'ottimo esordio. Dampyr è rimasta la sola serie a fumetti che leggo regolarmente, mentre per le altre ormai prendo solo i numeri che in qualche modo mi ispirano…. e devo dire che anche questa volta sono rimasto molto soddisfatto dalla storia, dai disegni e da tutto l'insieme…

    In bocca al lupo…

    Andrea

  17. sraule scrive:

    Grazia, Andrea. E crepi il lupo!

  18. Anonimo scrive:

    Eccomi di ritorno dopo aver letto il Dampyr di Febbraio. Si è trattato del mio primo incontro con questo fumetto, e dico con sincerità che ne son rimasto soddisfatto. Temevo di aver problemi di comprensione per la mancata conoscenza delle vicende pregresse, eppure, a parte qualcosa nelle prime pagine, tutto è filato liscio.
    Mi è piaciuto molto il modo in cui la storia è costruita, nonché la trama stessa…
    Complimenti!
    Carmine

  19. Anonimo scrive:

    Grazie, Carmine!
    In effetti, i lettori occasionali della serie mi hanno voluto bene, perché la storia non è in continuity!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...