La notizia di maggiore attualità, in Italia, è mignottopoli, che già sarebbe abbastanza deprimente. 

Dico: sarebbe già abbastanza deprimente (e preoccupante) avere un presidente del consiglio con una vita personale così squallida, esposto a ricatti di ogni tipo e così succube di istinti che, alla sua età, la maggior parte delle persone ha abbandonato in favore di un altro tipo di rapporto personale e di intimità. Sarebbe già abbastanza deprimente, per quanto comune.

Che gli uomini di potere abbiano appetiti proporzionati, non è cosa nuova. Che vi sopravvivano sul piano politico è cosa meno scontata. Non dimentichiamo che Bill Clinton è stato quasi seppellito da un pompino, e Monica era anche maggiorenne. Nell'entourage di Clinton, certo, tutti sapevano che gli piacevano le stagiste, ma gli americani non sospettavano niente. Quando hanno saputo, hanno preteso che camminasse sui ceci per un bel pezzo, tranne venir poi "salvato" dalla legittima e rocciosa consorte.

Clinton è stato, peraltro, il primo (e uno dei pochi) a cavarsela, merito anche di un periodo di prosperità economica e di una politica interna e internazionale di alto livello.

Berlusconi non ha niente del genere. Ha una ex-moglie inferocita che punta a lasciarlo in mutande sia a livello economico che a livello personale, ha un governo con una maggioranza risicata, ha un certo numero di processi a suo carico e una fama da violatore seriale di leggi, ha un paese in grande crisi economica, con un'alta conflittualità sociale, con problemi di tutti i tipi. Dalla sua, ha solo la faccia da paraculo.

Gli può bastare? Può essergli sufficiente a sopravvivere laddove tutti gli altri, in situazioni anche meno scabrose, sono stati costretti a dimettersi?

La risposta è ancor più deprimente e inquietante: forse sì.

Forse sì perché gli italiani hanno un concetto di "privato" estremamente elastico e un concetto di "accettabile" ancor più vasto.

Può sopravvivere perché, per gli italiani, queste non sono cose "serie". Mi chiedo quali siano, a questo punto, le cose "serie", se la corruzione, la concussione e lo sfruttamento della prostituzione non le sono.

Il pensiero strisciante è ancora più inquietante, ed è questo:

"Il presidente è un puttaniere? Capirai! Il presidente paga per andare a letto con una minorenne? Be', Ruby sarà anche minorenne, ma si vede che è una mignotta." Ecco il pensiero degli italiani.

Il che significa che pagare per fare sesso con una minorenne è ok, purché la minorenne sia mignotta.

Questo ci porta a un altro, gigantesco, quesito: che cazzo di idea hanno, gli italiani, della sessualità, dell'affetto e della tutela per i più giovani? Una diciassettenne non può sposarsi, non può comprare un appartamento, non è considerata abbastanza matura per avere la patente, ma è in grado di scegliere in perfetta autonomia se farsi sodomizzare o no da un settantenne? 

Ammettiamo pure di sì.

Ammettiamo tutto, visto che. 

Ammettiamo anche che gli italiani abbiano un'idea del sesso e dell'affetto (non parliamo dell'amore, per carità) simile a quella di un centro servizi. Tu paghi, e ti viene fornita una prestazione, come ai bei vecchi tempi.

E visto che paghi, puoi avere quello che vuoi, è ovvio.

E' questo che bisogna pensare: gli italiani, uomini e donne indistintamente, giacché gli elettori del nostro appartengono ai due sessi indistintamente, trovano perfettamente legittima questa idea di rapporto umano, in cui una parte paga e l'altra esegue.

E tutto funziona. E' tutto ok.

La moglie, quando non ne ha voglia, può venir pagata dal marito per una qualsiasi prestazione da bordello e la eseguirà senza colpo ferire, perché "è lavoro". Anzi, facciamo che il marito dovrebbe pagarla anche per cucinare, per i lavori domestici e per partorire. E viceversa, è chiaro, non vogliamo sembrare sessisti.

Se chiedo al mio compagno di aggiustare il lavandino, devo essere pronta con il libretto degli assegni in mano. O, in alternativa…

Sembra che per gli italiani questo tipo di rapporto sia ok, non importa se non è più un rapporto umano. I rapporti umani sono roba antica, è chiaro.

Che le donne (e gli uomini) siano esseri completi, dotati di aspirazioni, di sentimenti e di preferenze, è roba antica. 

L'idea moderna è quella dell'essere umano a gettoni: fino al prossimo scatto tariffario, farò tutto ciò che vuoi. Se continui a pagare, continuo a erogare il servizio richiesto. All'infinito, non c'è problema. E se sto sempre erogando un servizio, io non ci sono più. O, forse, divento quel servizio, alla fine. 

Ma questo non è un problema perché, ehy, siamo nel libero mercato, baby.

Chiedi, e ti sarà dato.

Paga, e sarai esaudito.

Non c'è limite a quello che puoi ottenere.

A meno che, naturalmente, non sia TU quello che fornisce il servizio. 

In quel caso, sono cazzi acidi. Ma non ti preoccupare: quando avrai accumulato abbastanza scatti, potrai essere tu il nuovo buyer.

Il mondo è una scala: se ora scendi, poi salirai. A meno che tu non cada, è chiaro.

Advertisements

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. utente anonimo ha detto:

    Ti lascio 3 riflessioni educative. 🙂

    L'intervista qui sotto è del 2009 ma il vecchio è ancora in circolazione e ha pure fatto la figura del salvatore della patria, in quest'intervista.
    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/04/26/io-affittacamere-delle-prostitute.html

    Un suo collega, abbiamo appurato che dopo avergli confiscato alcune proprietà, locate dalle nostre parti, ha vissuto a spese del COMUNE, soldi nostri, in albergo per un ammontare di 29000 € circa. Ora è in galera, sempre a spese del contribuente, ma almeno è in galera.

    Ergo, il mondo è dei furbi e Berlusconi è uno di loro. Non dico "uno di loro" per dire che è assimilabile a questa gente ma che è proprio interpretato da questi come quello che ha sdoganato l'evasione fiscale, per dirne una. Che è quello amico di Dell'Utri. Insomma è un eroe al quale offrirebbero volentieri il cafè alla mattina.
    Con questo colpo di Ruby è ora il santo protettore. Alla fine è stato beatificato dal mondo dei media. Non per noi forse ma per l'elettorato di puttanieri e mosconi di sicuro è un eroe.

    La gente non reagisce perché stiamo tutti a parlarne. Se si volesse far qualcosa, si dovrebbe fare una rivluzione culturale talmente profonda che avremmo bisogno di 3 televisioni, una grande casa editrice e qualche squadra di calcio, per sfondare le coscenze.

  2. sraule ha detto:

    già.
    quello che trovo inquietante è proprio questo: che sia un eroe per almeno metà degli italiani.
    qua non serve una rivoluzione culturale, andre: qua serve lo ziklon B.

  3. utente anonimo ha detto:

    Egregia Raule, la leggo volentieri,ma questa caduta sullo ziklon-B mi pare assolutamente censurabile. Suo affezionato lettore, W.Chendi.

  4. sraule ha detto:

    Wakter, ha ragione: mi fanno notare che avrei dovuto scrivere "il" ziklon B, non "lo" ziklon B.
    (Se è un lettore abituale di questo blog, dovrebbe ormai essersi abituato al mio cattivo gusto. E anche sapere come la penso su certi argomenti.)

  5. utente anonimo ha detto:

    Non discuto sull'argomento, ma se pensa che quel commento sia "cattivo gusto" allora è solo un problema mio. La K nel mio nome, confido sia un refuso. Buon proseguimento, Walter.

  6. utente anonimo ha detto:

    "Il presidente è un puttaniere? Capirai! Il presidente paga per andare a letto con una minorenne? Be', Ruby sarà anche minorenne, ma si vede che è una mignotta." Ecco il pensiero degli italiani.

    Purtroppo temo che tu abbia ragione, Susanna. E temo che tu abbia ragione anche sul discorso dell'erogare un servizio a pagamento, anche se voglio credere che per molte persone le tue riflessioni possono essere vere solo se non le toccano da vicino (più espressamente: voglio credere che esistano padri e madri che, scoprendo, che loro figlia si prostituisce con l'anziano Presidente del Consiglio per denaro, invece di pensare "guarda nostra figlia com'è arrivata in alto" si chiedano "dove abbiamo sbagliato?").

    Per quanto riguarda invece l'elettorato -anche femminile- che continua a votare per lui, penso che ormai molte persone lo facciano per convenienza (ha sdoganato l'evasione fiscale, come dicono alcuni) oppure siano a tal punto indottrinate dalle sue televisioni da credere ciecamente alla scusa della persecuzione.

    Ma non può durare per sempre: a furia di commettere reati per coprire altri reati, il meccanismo prima o poi si autodistrugge.

    Una cosa che vorrei capire è: perchè?
    Da quello che vedo è come se Berlusconi volesse a tutti i costi dimostrare di essere superiore agli altri comportandosi regolarmente in modo illecito. Ho avuto l'impressione che lui non riesca proprio a fare a meno di sfidare tutto e tutti, per dimostrare che i normali limiti, le leggi e le regole a lui non si applicano.
    Perchè? sarà questione di narcisismo? Di scarsa autostima? Sarà vero, come ha detto Veronica Lario, che è malato? Tu cosa ne pensi, Susanna?

    Luca.

  7. sraule ha detto:

    Walter, mi scuso per la K. Sì, certo, era un refuso. Confesso di non capire il suo punto. Se legge questo blog dovrebbe conoscere il mio tipo di sense of humor. Sono davvero perplessa.
    Cioè: seriamente il commento sullo (o sul, non è ben chiaro) ziklon B le sembra un commento antisemita? E se avessi parlato di Agente Arancio sarebbe stato un commento anti-vietnamita? Forse è il caso di non ironizzare nemmeno sulle baionette, visto che sono state usate nello sterminio pressoché totale dei nativi americani.
    Ma, di sicuro, non ho capito.

    Luca: in realtà, sì, sono d'accordo con Veronica Lario. Il comportamento di Berlusconi è, per molti versi, francamente patologico. Non una patologia psicotica, ovviamente, ma un disturbo di personalità istrionico o narcisistico, secondo me, ce l'ha davvero.
    Non che questo abbia molta importanza. Il risultato delle sue azioni è lo stesso. Serve, al massimo, a dare una chiave interpretativa a quelli che, come noi, non capiscono tanta strafottenza.

  8. utente anonimo ha detto:

    Anche io temo che se la possa cavare, semplicemente per la sua faccia come il culo (e mai definizione è stata più azzeccata).

    Perché chi lo vota non lo fa per convenienza (ovvero, lo fa una minuscola percentuale), ma per una sorta di "identificazione".

    Vedono in lui un modello ed è tanto squallido constatare come ci siamo ridotti.

    Detto ciò, condivido (mi verrebbe da dire purtroppo) tutto ciò che hai scritto.

    AleDiVirgilio

  9. sraule ha detto:

    ecco, io lo capisco anche l'appeal che può avere un tizio simile. voglio dire: è ricco, è un mascalzone ma se la cava sempre, ha un suo rudimentale sense of humor… certo che deprime. 'azzo se deprime.

  10. utente anonimo ha detto:

    Quello che hai scritto Susanna è l'inquietante verità della mentalità italiana. Lo squallido comportamento della maggior parte degli italiani di fronte a una tale vergogna è scandaloso. 
    Questa visione gretta e cruda della questione, quasi brutale e menefreghista, cela un disinteresse spaventoso tipico di un processo mentale storico italiano. Mercificare il corpo, svilire la donna e soprattutto considerare riprovevole andare con trans maggiorenni e da ganzi invece concupire minorenni, però gnocche e mignotte, è purtroppo il pensiero dilagante nella maggioranza degli italiani. 
    Ora, sugli italiani si è scritto tanto. Fior fiore di intellettuali hanno descritto in modo chirurgico la mentalità malata di questo popolo di ignoranti. Il problema di fondo è la mancanza di interesse. Il capire cosa veramente nobilita e cosa invece abbruttisce.
    Quello che manca è la classe, la raffinatezza dei gusti. Un popolo che non sguazza nel fango, ma proprio nella merda. Chi ha soldi, non ha gusto, e ha l'ignoranza grezza dei viscidi.
    Tamarri, leccapiedi, macchiette, ghiozzi. 
    Chi ne ha più ne metta, che il sacco può contenere tanti altri aggettivi.
    Detesto pensarla così, ma più vado avanti e più me ne convinco. 
    Purtroppo la cultura si fa soffrendo, con il sacrificio e la sensibilità.
    Che poi, che tristezza, ormai non si può nemmeno più parlare di furberie.
    Si sta perdendo pure lo stile.

    Francesca.

  11. sraule ha detto:

    hai ragione, fra. 
    è in atto un passaggio da guitti a bravi manzoniani. il guitto, almeno, lo fa di nascosto e se viene scoperto sorride e dice "ops". 

  12. utente anonimo ha detto:

    ok ma ricordiamoci sempre che
    NON è la metà degi italiani.
    il 40% degli italiani non vota.
    il pdl ha preso il 30% di quel 60% di italiani che votano.
    quindi a votare berlusconi è 1 italiano su 5.
    a pensarci, non sono tanti. come le sorprese kinder praticamente. non sono tanti per niente, calcolando le tv e i giornali eccetera.
    non so neanche se tutti quelli che lo hanno votato lo rivoterebbero, oggi.
    poi magari la metà degli italiani fa quel tipo di discorsi al bar, ma non è la stessa cosa.

    bob bazzecola

  13. sraule ha detto:

    mi conforti vagamente, bob.

  14. utente anonimo ha detto:

    Non mi piace parlare senza esperienze dirette,.Mi riservo allora un commento dopo che il premier mi abbia invitato ad uno dei suoi festini, e solo dopo poter denunciare il degrado a cui siamo arrivati.
    Il mio numero di telefono 339/ ………778.
    Sperando in un Emilio fede solo contemplativo.
    E si che saresti vestita bene da infermierina Susanna.

    Scoiattolazzo

  15. sraule ha detto:

    anche no, grazie. il bianco ingrassa.

  16. utente anonimo ha detto:

    bob bazzecola: meno di 1 su 5, visto che stiamo parlando solo di elettori e quindi di italiani maggiorenni. quindi diciamo che rappresenta un italiano su 7.

    aus

  17. utente anonimo ha detto:

    Se contiamo anche gli animali domestici 1 su 20….

    Le valutazioni vanno fatte sugli elettori non sul popolo tutto.

    Scoiattolazzo

  18. sraule ha detto:

    ma farle sul popolo tutto rincuora 🙂

  19. utente anonimo ha detto:

    se berlusconi dicesse che la maggioranza degli elettori è con lui, purtroppo gli dovrei credere. ma visto che parla sempre a nome della maggioranza degli italiani… è ovvio che spara cazzate.
    credo che questo paese sia più sano di quello che crediamo. e cazzo, sì, la cosa mi rincuora.

  20. utente anonimo ha detto:

    il 19 qui sotto sono io

    aus
     

  21. sraule ha detto:

    l'avevo ipotizzato. e concordo.

  22. utente anonimo ha detto:

    quindi i bambini di un benestante di destra un giorno voteranno sinistra?
     non ci illudiamo, e piu' probabile il contrario , in un mondo basato solo sui soldi,  e in un paese , l italia, basato sul salire nel carro di chi i sioldi ce li ha.

    scoiattolazzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...