Che uno, sotto Natale, qualcosa deve comprare per forza, e allora tanto vale comprare un libro, che costa relativamente poco e (teoricamente) arricchisce intellettualmente chi lo legge. E, signori, siamo onesti: in questo periodo abbiamo tutti bisogno di arricchirci intellettualmente o meno!

Iniziamo con i consigli per gli acquisti impossibili. O meglio: fuori tempo massimo.

Tamara Drewe è davvero un bel libro, lo so perché l'ho tradotto io (quindi, al massimo, potrà essere orribilmente tradotto, ma è un bel libro, fidatevi). Posy Simmons è una grande autrice. Il film, mi dicono, è un gran bel film (di Stephen Friars, nientemeno). Ma quelli di Nottetempo, per ignoti motivi, lo mettono in distribuzione dal 5 gennaio. Se dovete fare un regalo di Natale in ritardo, però, è perfetto!

Se, invece, avete dei tempi stringenti, vi do qualche altro consiglio, attingendo alle mie ultime letture.

Cominciamo con L'assassino qualcosa lascia, di Rosa Mogliasso. Questo libro mi è stato donato a forza da Mr. Spagnol, come anche un altro di cui ora vi dirò.

Me lo sono camallato fino a Spezia a forza di braccia, ma per fortuna è un libretto in brossura e pesa pochissimo (il problema era tutta l'altra roba che avevo dietro, nonché gli altri tre libri). E' un giallo, come forse avrete già intuito dal titolo. Un bel giallo di una brava autrice che è finita meritatamente in finale al Premio Scerbanenco. E' ambientato a Torino, è ironico, è brillante, è coinvolgente. La protagonista ve la ricorderete. Davvero consigliato.

Restando in tema di gialli, la mia ultima passione è Maurizio De Giovanni. Conosciuto casualmente perché parlava insieme a un amico mio al Pisa Book Festival, anche lui finalista al Premio Scerbanenco (e anche l'amico mio, Pierluigi Porazzi, col suo ottimo L'ombra del falco). 

De Giovanni ha scritto quattro libri. Per il momento ho letto i primi tre e sono uno più bello dell'altro. Il primo Il senso del dolore (Fandango), potrebbe essere un buon punto da cui far cominciare una dipendenza.

Sono storie ambientate negli anni '30, nella Napoli fascista, e il protagonista è un altro che non si dimentica. Il commissario Ricciardi è melanconico, stacanovista, timido. In più, vede i morti.

Cambiando completamente genere, se dovete fare un regalo a un bambino, ma anche e forse di più, a un adulto, una buona idea potrebbe essere compragli Il libro selvaggio, di Juan Villoro (Salani). E' noto che i libri si muovono da soli, nelle librerie. Lo fanno perché cercano il loro lettore perfetto, il lettore che desiderano che li legga. E' il loro modo segreto, non dite che non ci avete mai fatto caso! Ma nella grande libreria dello zio Tito c'è un libro che non vuole farsi scovare. E' un libro selvaggio, e per addomesticarlo serve un lettore molto speciale.

Una delle storie più brillanti degli ultimi tempi sul leggere e sulla lettura. Altamente consigliato.

Bene, è probabile che mi sia dimenticata qualcosa di fondamentale. Nel caso in cui mi venisse in mente qualcosa, editerò questo post o ne farò un altro.

Nel frattempo, buoni acquisti a tutti!

Annunci

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. utente anonimo ha detto:

    Di Maurizio De Giovanni esiste anche un'indagine a fumetti del Commissario RIcciardi:

    Mammarella
    adattemento e testi di Alessandro Di Virgilio
    disegni di Claudio Valenti
    pubblicata da Cagliostro E-Press

    GM

  2. sraule ha detto:

    Ma no! Quel fetente di Alessandro non mi ha detto niente. E dire che ne abbiamo anche parlato!

  3. utente anonimo ha detto:

    Invece io non mi stupisco per niente! 😀

    AleDiVirgilio

  4. utente anonimo ha detto:

    E' che Alessandro è timido e non parla molto delle sue cose e per confermare la regola a volte fa qualche eccezione solo per alcuni editori… 😀

    GM

  5. utente anonimo ha detto:

    Mi hai aiutato non poco nella mia corsa ai regali (beh, ne ho fatto solo uno, sai che sforzo): preso sia l’assassino qualcosa lascia, sia il primo (e l’ultimo) di De Giovanni. Che potere hanno le tue parole! Stammi bene e un abbraccio a te e ad Armà.
    Max

  6. sraule ha detto:

    Max, sono lieta di esserti stata utile. E auguri!

  7. utente anonimo ha detto:

    Hai scritto delle belle recensioni e i titoli sono tutti molto interessanti, soprattutto "l'assassino qualcosa lascia".
    Ultimamente mi sto appassionando molto ai gialli di autori italiani (ad esempio, poche settimane fa ho letto il racconto "niente di personale" di Lucarelli e l'ho trovato veramente bello!)

    …e naturalmente prima o poi spero di poter leggere una nuova storia del Commissario Sensi sul blog di Side Projects!

    Tanti auguri!

    Luca.

  8. sraule ha detto:

    Ciao Luca,
    e auguroni anche a te!

    Rosa Mogliasso è davvero brava, sono contenta che il titolo ti stuzzichi.
    Per quanto riguarda Sensi, dovrai avere un po' di pazienza. Il romanzo uscirà a maggio, poi potrebbe arrivare anche qualcosa sul blog 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...