Scusate se lascio, per un post, il mio bel tono discorsivo e saggio. C'è una cosa che devo dire:

CHE CAZZO CI TROVATE NEL KARAOKE???

Sotto casa mia c'è questo ristorante, nel ristorante c'è una consolle da karaoke o come diavolo si chiamano quelle cose, attaccate alla consolle ci sono le ugole più disastrate del pianeta. Piattezza interpretativa nella migliore delle ipotesi, oscene stonature raglianti nella peggiore.

Ma non è tutto, come direbbe Giacobbo. Il repertorio di detto karaoke è in grado, da solo, di sterminare un esercito di persone di gusto. Un 90% di canzonette italiane becerissime, da ululare tutti insieme. Un 10% di canzonette americane ancora più becere, da ululare tutti insieme, stuprando, nel contempo, anche l'inglese. 

Infine, il peggio: uno 0,0001% di buona musica impalata, sgozzata, sodomizzata, massacrata sull'altare del karaoke.

Che 'sta roba l'hanno inventata i giapponesi. Pensateci un attimo: hanno mai inventato qualcosa di buono, i giapponesi?

(E i romani, hanno mai fatto qualcosa per noi, popolo della Giudea? Eh?)

Ora, Neil Gaiman può dire quello che vuole, il karaoke è una delle piaghe dell'umanità, subito dopo la fame nel mondo e i terremoti. 

Quindi, se uno di voi fosse un combattente per la libertà kamikaze (altra cosa inventata dai giapponesi, a ben pensare) e si trovasse a passare da Spezia, io avrei un obbiettivo perfetto da suggerire.

L'azione potrebbe aver luogo tra le 10 e l'una del venerdì sera.

karaoke.jpg

PS. Chi non ha capito la citazione tra parentesi sui romani è un cantante di karaoke.

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...