dampyrlogo.jpg
Anche perché mi rendo conto che è da un po' che non posto, da un po' che non vi aggiorno sulle mie cosucce e che – urgh – non ho fatto neanche un piccolo annuncio di questa cosa qua, che tanto lo sapevano già tutti.
Poi, oggi, mi è venuto in mente che forse il mio concetto di "tutti" non è esattamente realistico.
Così ho deciso di darmi alla pubblicità preventiva, per quanto possibile.
Il mio numero di Dampyr sarà in edicola a febbraio (ora vi spiego perché proprio a febbraio). Dico "mio", ma in realtà è di tre persone almeno, senza considerare Boselli, che è il co-creatore e responsabile della serie – e credo che dovremmo considerarlo, visto che non si limita a tenere un occhio distratto sulla sua creatura.
Quindi, dicevo, un po' di persone. Per prima cosa, Diego Cajelli, che è un veterano della serie (un veterano giovane, that's it) e che mi ha letteralmente salvato le chiappe a un certo punto della lavorazione, quando ero ormai prossima ad attaccarmi alla canna del gas per vedere che effetto faceva. Diego se n'è uscito fuori con un'idea piuttosto essenziale a cui io non avrei pensato in un milione di anni. 
Poi c'è il disegnatore, altra pietra miliare della serie (pietra miliare giovane, anche in questo caso, ma sempre pietra miliare), ossia Marco Santucci. Marco ha iniziato a maledirmi, credo, verso tavola 3, quando ha scoperto quanti cavolo di ponti medioevali tutti piuttosto simili, ma diversi, doveva disegnare. Dico "credo" perché Marco, con molta classe, non mi ha fatto telefonate minatorie e non mi ha mandato e-mail inzeppate di virus, quindi forse, ecco, alla fine i ponti potrebbero essergli persino piaciuti. A me, di sicuro, sono piaciute le sue tavole e se quando lo incontrerò di persona (una circostanza che, per il momento, sono riuscita astutamente a evitare) dovesse saltarmi al collo con gli occhi iniettati di sangue e il volto contratto in un rictus assassino questo non cambierà la mia opinione sul suo lavoro. 
Mh, forse, però, andrò a Lucca con una grossa bomboletta di Mace, just in case.
Che altro dire? Quando saremo più vicini alla pubblicazione vi posterò, tipo, qualche tavola e la cover. 
Per il momento vi fornisco un paio di informazioni preliminari.
La storia si svolge a Lucerna, in Svizzera, durante il carnevale di Lucerna. E questo, astuti lettori, è il motivo dell'uscita a febbraio. 
Non so che cosa ne pensate voi, ma e me la Svizzera è sempre sembrata una nazione inquietante. Ci sono stata un bel po' di volte, per cui potete trarre le vostre conclusioni sui miei gusti in fatto di vacanze.
La Svizzera mi è sempre sembrata inquietante perché è un posto un po' troppo tranquillo per essere vero. Non ci sono merde di cane sui marciapiedi, la gente fa la raccolta differenziata, non schiamazza di sera e si sbronza senza turbare l'ordine pubblico. Nei giardini svizzeri non c'è scritto "vietato calpestare le aiuole", perché gli svizzeri non fanno certe cose.
Le città svizzere, come ad esempio, Lucerna, sono antiche ma incredibilmente ben tenute. I vicoli sono stretti e vagamente oscuri, ma sono sicuri. I tetti a punta sono suggestivi, i gerani fioriti, di default, anche d'inverno. 
Voi direte… com'è possibile scrivere un horror ambientato in Svizzera?
La domanda giusta sarebbe: com'è possibile non scrivere un horror ambientato in Svizzera?
Se poi ci aggiungete che questa oasi di tranquillità, di neutralità e di ecologia ha un passato di roghi e processi alle streghe… voglio dire: riuscite a immaginare quale può essere il sentimento di uno svizzero nei confronti di una calamità pubblica come una strega, se le pene per chi non fa la raccolta differenziata sono equiparabili a quelle italiane per stupro?
A me ne sono venute in mente un paio e, credetemi, sono horror.

Advertisements

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. utente anonimo ha detto:

    Fanciullina Abby-style, finalmente ieri abbiamo messo le mani su F.D "Verso Hamelin" ( Alessandro Distribuzioni dimostra che Dio esiste ): che dirti… Sono contenta di aver fatto entrare questo personaggio nella nostra vita.Sai qualcosa delle placche ipnagogiche e del metodo Calligaris? Più che altro, sei a conoscenza di testi sulla materia?LEI&VANDELLI

  2. sraule ha detto:

    ah-ah, ma dici sul serio? non ne so un granché, ma mi sono sempre sembrate cagate. magari mi sbaglio, però.e grazie da parte mia e di ravi.

  3. utente anonimo ha detto:

    Ciao Susie,:)ti beccherò a Lucca? non vedo l'ora di vederti all'opera su Dampyr!!!Chiederò informazioni ad un amico che abiamo in comune.:):):)Saluti ad Armando.Ciao K.

  4. sraule ha detto:

    Grazie per la fiducia, K!Io a Lucca ci sono tutti e 4 i giorni, quindi direi di sì 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...