Stamattina mi sono svegliata tutta arzilla (strano) e mi sono tipo rimessa in moto. Non che mi fossi mai veramente fermata – tranne per la parentesi inglese – sono incapace di fermarmi.
Ma ora sono più concentrata, credo.
Speriamo che si concentrino anche tutti gli altri, ora che il grosso dell'estate è passato.

Ne approfitto per segnalare una cosa e ribadirne un'altra.
La segnalazione: QUA, da Luca Bonisoli, trovate un'intervista ad Armando Rossi.

E credo sia necessario ribadire che quello che si è fatto Adrien Brody (per chi non lo sapesse, questo:)

non ha e non può avere il mio sostegno. Fonderò un'associazione per lo sterminio della tartaruga. Che senso ha tutto questo orrore, specie in abbinamento al viso da esistenzialista tormentato? NO, DICO: ADESSO RIFATTI ANCHE IL NASO!
Sono sgomenta. Un'altra individualità (appropriatamente emaciata) sacrificata sull'altare di Hollywood.
Forse, come dicono nel trailer di Dylan Dog, serve un cane per salvare il mondo – quel che è sicuro è che è un mondo cane.

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. utente anonimo scrive:

    Non possiamo nemmeno sperare che sia un uso indiscriminato di Photoshop?

  2. utente anonimo scrive:

    Sono perfettamente d'accordo con te…è un sacrilegio!!!!Francesca

  3. sraule scrive:

    LUI dice di no. dice: 18 chili di muscoli messi su. dice: il mio amichetto sylvester era fiero di me.schifo e orrore.

  4. utente anonimo scrive:

    per altro se hai visto Manolete ti rendi conto che si tratta di un povero attore in declino.2 schiappe e un film inutile su una figura leggendaria.

  5. sraule scrive:

    volevo vederlo, manolete, ma poi mi è scappato. anche altre persone mi hanno detto che è una merda e per di più palloso…

  6. utente anonimo scrive:

    a me lui è sempre piaciucchiato, l'altra lì, gigiona cruz mi ha sempre fatto cacare e mentre per lei non ho fatto fatica ad odiarla di nuovo, per lui mi è dispiaciuto un po'.In più figurati, moglie andalusa, Manolete in spagna è una figura importante, mi incuriosiva, volevo saperne di più e invece la costruzione della storia è confusiva perché usa il flashback in modo improprio, troppo ravvicinato per poi non raccontare il mito ma pasticciando una storia d'amore tra sti due pisquani che è come minimo stucchevole.adesso lui ha tolto la R dal suo cognome

  7. sraule scrive:

    adesso lui ha tolto la R dal suo cognomeAdesso lui sembra un fotomontaggio. O anche una di quelle sagome per turisti col buco al posto della testa.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...