…possiamo anche non concentrarci tutti su Vianello, no?
Tanto per dirne una, l'8 aprile è morto Malcom McLaren. 

Annunci

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. utente anonimo ha detto:

    Ciao Raimondo..ci mancheraiScoiattolazzo

  2. CREPASCOLO ha detto:

    Plaudiamo la signora Raule perchè la connessione tra i due personaggi non è nota al grosso pubblico.In sintesi: nei fifties, Ugo Tognazzi rompe il sodalizio con Raimondo Vianello, convinto, a ragione, di poter esprimere pienamente le sue potenzialità all'interno di pellicole ambiziose e moderne. Di lì a poco, l'incontro determinante con Ferreri.All'inizio, Vianello è scettico sul percorso intrapreso dall'amico, ma quando ribalte internazionali acclamano la donna scimmia e l'ape regina, comincia a considerare la possibiltià di cambiare il suo personaggio di gentleman ironico e cinico, ma in fondo limitato.Preso atto che attori come Enzo Cerusico, Virna Lisi e Nino Castelnuovo – ai suoi occhi professionisti di piccolo cabottaggio – siano riusciti a costruirsi la loro nicchia negli States o in Francia, sceglie il poco battuto Regno Unito – forse considerato il suo umorismo ''british '' – come nuova casa. Rai e la moglie lavorano in qualche teatrino di Londra – è il periodo degli scrittori ''arrabbiati '' – e l'atto unico in cui Vianello si confronta con il suo alter ego ( Sandra vestita da clown, il proto Sbirulino ) scuote la critica inglese. Ad una festa , conosce la Westwood che è immediatamente interessata a creare una linea di abbigliamento ispirata al mondo circense. Malcolm prende in simpatia Rai e gli spiega che sta per lanciare una nuova band che servirà da veicolo pubblicitario per altri capetti di Vivienne. Malcolm doveva aver alzato un po' il gomito perchè dice a Rai che, secondo lui, tutto è costruibile a tavolino, rivoluzioni in primis.Raimondo – che era stato buttato fuori dalla RAI per un innocuo sketch su Gronchi e che si era autocensurato parecchie volte ( Giffen ha usato molte delle sue trovate per Lobo ) – apre finalmente gli occhi, torna in Italia e inzia Casa Vianello. Peccato      

  3. sraule ha detto:

    fortuna che vivienne e malcom se la sono cavata anche senza sandra e raimondo.resta un'occasione mancata.

  4. utente anonimo ha detto:

    Sfrutto questo intervento per dirti qualcosa di meno impegnato e triste (senza togliere rispetto a Malcom McLaren ovviamente): MI PIACE!! E con questo entusiasmo mi riferisco a una tua sceneggiatura, a Londra e all'anno 1888. Non so se hai capito, spero però di non aver fatto capire coloro che leggeranno questo commento. Vabbè, taglio corto. Salutami Armando!Francesca(potrò fare almeno una pin up?????)

  5. CREPASCOLO ha detto:

    Londra, 1888 ? Mc Laren? Mm. Abbiamo già l'acquolina in bocca. Ci permettiamo di consigliare colori seppiati sulle chine del signor Rossi.From Hell era in b/n. Immaginiamo si tratterà di un pastiche sospeso tra MIgnola, Castelli e Milligan. Lo steampunk del ventunesimo secolo.Albe livide sul Tamigi. Malcolm è un giovane sarto talentuoso, ma alternativo, di quelli che a Corte non mettono piede. Lo aiuta la moglie Vivienne, un passato di manager professionista per signorine non timide che desiderino intrattenersi con signori distinti ed agiati.Nel loro atelier si presenta un uomo di mezz'età, semi celato da sciarpe e favoriti posticci. Commissiona ai due artigiani un  pastrano con tasche segrete in cui possa scomparire e ricomparire uno stocco.I coniugi eseguono, pensando ad una di quelle feste in maschera a la '' doppio sogno''.Fanno due + due, quando muore la seconda prostituta, una vecchia, si fa per dire,  dipendente di VIvienne.Malcolm si rivolge alla polizia , ma non ha elementi da fornire e nota una certa atomosfera da cover up.Nel frattempo, tra gli amici e clienti delle ragazze si forma una posse per fermare l'assassino, the sex pistols.Ci pare di vedere già il film. Rush nel ruolo di Malcolm. La Cusack in quello di Vivienne. Remo Girone è il dottor Gull/ Jack the Ripper. Corrado Guzzanti interpreta tutte le sex pistols. Regia di David Fincher. Da una sceneggiatura originale di Raule/Rossi. Splendido.             

  6. sraule ha detto:

    grazie, 'mmerrecana!una pin up non la voglio, la PRETENDO!crepascolo: ah, se tu l'avessi scritto prima, quest'intervento!ma i disegni non saranno dell'ineffabile sig. rossi.uaz uaz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...