Iniziamo col dire che il post che segue non è rivolto alle persone di destra. Possono leggerlo, ci mancherebbe, e forse leggere gli farà anche piacere, ma non è rivolto a loro.
Il post che segue è rivolto alle persone di sinistra.
Quelle persone di sinistra che, scoraggiate, scuotono la testa e sospirano. Quelle persone di sinistra che ogni volta che Berlusconi grida al comunista si voltano di scatto, speranzosi, solo per restare delusi un attimo dopo, quando si accorgono che il comunista, come al solito, non esiste.
Quelle persone di sinistra che hanno sempre votato a sinistra perché ci credevano, perché pensavano genuinamente che fosse la soluzione migliore.
Quelle persone che hanno assistito allo sgretolamento completo del partito o dei partiti che un tempo se proprio non li rappresentavano almeno avevano qualcosa in comune con loro.
Lo so che il PD non è quella roba lì.
Lo so che sono anemici inetti.
Lo so che i loro manifesti elettorali facevano schifo al cazzo.
So anche che a molti di voi Di Pietro non sta simpatico. Lo considerate volgare, chiassoso – l'antiberlusconi, nel bene e nel male, che esiste in sua funzione, per semplice reazione. E poi, siamo onesti, non sembra abbastanza di sinistra, no?
Ecco, questo è quello che pensate, voi scoraggiate persone di sinistra. Mi metto tranquillamente tra le vostre fila. Sono anch'io scoraggiata.
Vi comprendo.
Ma il fatto è che alcuni vi noi sono proprio scemi. Sì, avete letto bene: SCEMI.
Sono scemi, quelli che non andranno neanche a votare, perché "nessuno mi rappresenta più" o perché "tanto è tutta la stessa merda, ormai" o perché "non saprei proprio chi votare, visti i candidati."
Sembra incredibile, ma ne ho sentiti di discorsi del genere.
Sembra incredibile perché, signori, sveglia!, qua al governo abbiamo dei signori che vogliono togliere l'assistenza sanitaria agli immigrati.
Dovrebbe bastare questo, no?
Era solo un esempio random, tanto per rinfrescarvi la memoria.
E voi, cari compagni, ex-compagni, colleghi di sinistra, gente di orientamento democratico o come cavolo vi definite ora, vorreste disertare le urne perché non c'è nessuno che mi rappresenta, mamma? 
Ma siete scemi (bis)?
Chissenefrega se nessuno vi rappresenta. Vogliamo tenerci La Situazione, qua, all'infinito? Oppure davvero dobbiamo espatriare in massa (che, almeno, in Francia l'hanno capito subito)?
Forza, su, raddrizzate la schiena, niente storie!
Sabato e domenica si va a votare, non importa cosa.
Basta che non eleggano di nuovo Quelli Lì.
E già così, non mi stupirei se dei maledetti scrutatori bolscevichi impedissero la libera espressione degli elettori.
No, dopo i giudici stalinisti e i questurini marxisti, intendo.
Sarebbe bello riuscire ad abbracciare l'idea del mondo del nostro capo del governo. Non mi sentirei più così fottutamente sola.

Advertisements

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. cornersoul ha detto:

    Io sono stato per diversi turni quello che "non saprei proprio chi votare, visti i candidati." e rivendico la scelta come del tutto legittima. Ma come, io devi fare lo sforzo di uscire di casa, arrivare al seggio e allontanarmene il più velocemente possibile tutto con il naso turato e tu non mi candidi nemmeno qualcuno di, non dico valido, ma almeno decente? E non faccio esempi perché vale per tutti.Questa volta, fortunatamente, ho qualcuno per cui votare [e ancora mi chiedo come sia stato possibile], ma credi davvero che, tanto per attenersi alle ultme vicissitudini nazionali, mezza legislazione di totale immobilismo per poi tornare a una di Abberlustone ancora più spregiudicata sia meglio? Se la [sedicente] sinistra fosse in grado di proporre qualcosa di sinistra, forse [io so' anarchico, percui… Però il meglio dal peggio lo so distinguere. Il menopeggio dal peggio di meno].Magari qualcuno riuscisse a proporre qualcosa di decente a tutte le elezioni. Anche solo, per dire, un programma.Quelli che dici te sono quelli che non sono riusciti nemmeno a fare una cazzo di legge sul conflitto si interessi. Era solo un esempio random, tanto per rinfrescarvi la memoriaAntar

     

  2. utente anonimo ha detto:

    quando hai ragione, hai ragione (io non posso votare per motivi meramente logistici).epperò questa situazione del turarsi il naso e votare il meno peggio è una merda, ma una merda profonda. sigh.

  3. utente anonimo ha detto:

    Andate a votare! Liberate Minzolini!!!No, non avete capito (caro cornersoul). Nulla è peggio di questi al governo, NULLA. Intanto si va a votare e si levano da lì, poi si vede il resto. Io non so nemmeno chi si presenta, che nomi ci sono, chi sono. Vado e voto. Punto.

  4. cornersoul ha detto:

    Se non si fa qualcosa per impedir loro di tornare non si levano da lì, si da loro fiato per tornare più merde di prima.Cosa che, infatti, è puntualmente successa.l'unico risultato di questa strategia, finora, è stato garantire una pensione da parlamenteare a un po' di gente in più. Gente che tra l'altro non è che avesse tutto 'sto bisogno di soldi pubblici…Per come la vedo io.

  5. utente anonimo ha detto:

    Hai tutte le ragioni del mondo, ma io eviterei di andare a votare sabato. Casomai lunedì, ecco.Lu

  6. sraule ha detto:

    Antar: spero che non ti tradiscano mai, altrimenti, niente niente, ti tagli il cazzo per ripicca. ;)E certo che serve una strategia, perché così non va. Su questo non ci piove. Ma la strategia non c'è.Preferisco avere al governo gente senza una strategia piuttosto che quelli la cui strategia è affossare l'umanità di questa nazione.Come sottolinea anche Brullo, è una ben amara scelta, ma pur sempre una scelta.Paolo: sì. Ancora una volta.Lu: non vorrei che lunedì una bidella bolscevica ti facesse presente che gli unici voti ancora disponibili sono quelli sui compiti in classe della prima C.Sai com'è.'Sti comunisti sono nei posti più impensabili.L'altro giorno ne ho trovato uno nella doccia."Cosa fai?" gli dico.E lui: "Ti impedisco di lavarti nel nome del socialismo reale."Son cose che succedono sempre più spesso.

  7. utente anonimo ha detto:

    una volta ho trovato un bolscevico nel mio water che diceva COMPAGNO, NON SPRECARE LA TUA MERDA COME UN BORGHESE, VAI A CAGARE NEI CAMPI PER FERTILIZZARE IL KOLKHOZ.

  8. sraule ha detto:

    Dovremo fare un gruppo di sostegno per noi che siamo stati traumatizzati psicologicamente dai bolscevichi…

  9. cornersoul ha detto:

    Bho, la mia non è una posizione ideologica [non più], ma più che altro pratica.A che serve votare per qualcuno che sappiamo benissimo [perché lo sappiamo, dai] che non farà nemmeno un passo nella giusta direzione e alle prossime elezioni perderà miseramente rilasconsegnandoci paripari nelle mani delle merde? A 'sto punto si farebbe prima a puntare il tuo avatar nella direzione di tre o quattro soliti noti e amen. Si farebbe se io non fossi irrimediabilmente non violento e non credessi che la violenza porti solo alla distruzione di tutto, nulla escluso.Allora che fare? Non lo so e non credo di dover essere io a proporre soluzioni valide per tutti. A 'sta botta vado a votare. Altre volte non ci sono riuscito proprio e mi sono sentito già abbastanza sconfitto da solo per dover vivere in un paese in cui non ci fosse nessuno degno del mio voto senza bisogno delle reprimende di altri.No, il cazzo non me lo taglio. Solo evito di metterlo a disposizione gente che non lo merita, magari correndo il rischio di beccarmi qualche bella std

  10. sraule ha detto:

    già. e pure alle prossime elezioni toccherà andare a votare per 'ste merde.sperando che vincano, perché un governo di 'ste merde sarebbe solo triste e inutile, un governo di quegli altri sarebbe la fine della democrazia in italia.

  11. utente anonimo ha detto:

    Una volta venivano chiamati "coglioni", adesso ha poca importanza.Mentre  orecchie contadine   sentono gli ultimi echi del "va pensiero" , chissa' dove si stanno leccando le ferite questi inetti pseudointellettuali.Tragicommedia all italiana piu' che annunciata.Scoiattolazzo

  12. utente anonimo ha detto:

    Errata corrige…Va letta cosi' : Si staranno facendo leccare le ferite da chissa'  qualche trans…

  13. sraule ha detto:

    temo di sì.che palle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...