A volte succede di comprare per caso (o quasi) un certo numero di libri interessanti nello stesso momento. Allora ti metti a leggere la nuova infornata di acquisti, lasciando indietro cose che avevi comprato molto prima. 

Ad esempio, sono due o tre anni che penso di leggere Un cantico per Leibowitz. Mi dicono che sia bellissimo, ma c'è sempre qualcos'altro che gli passa avanti.

A volte quella di lasciare indietro qualcosa è una scelta. Ad esempio, dopo notevole riflessione, ho deciso di non leggere il secondo capitolo di Interni (di Ausonia, Double-shot) finché non avrò anche il terzo. Il motivo è semplice: ho capito che dovrò leggere tutti e tre i volumi uno dietro l'altro, se voglio seguire la trama.

Nell'ultimo periodo, comunque, ho anche letto qualcosa. Libri a fumetti che vi vorrei consigliare.

Cominciamo da un libro di cui ho seguito la genesi: Giètz! di Andrea Campanella e Hannes Pasqualini (Tunuè). Andrea non solo è uno spezzino come me, ma anche un amico, così ricordo una cena di ormai un anno fa durante la quale mi mostrò le prime tavole di Giètz! disegnate da Hannes. Erano già bellissime (cosa non sorprendente, visto che Hannes è un fuoriclasse del disegno), ma erano diverse da quelle che potrete trovare nel libro. Ho come l'impressione che Hannes, che è un insostenibile perfezionista, abbia ridisegnato una bella fetta del volume. Il risultato è decisamente suggestivo. La storia è quella di un ragazzino italiano che si innamora del Jazz con la fine della Seconda Guerra Mondiale. E' la storia di una passione e di una vita. Dopo aver finito di leggere mi è venuta voglia di ascoltarlo, il jazz, e questa è miglior recensione che posso fare di questo libro. Specialmente considerando che di solito tutto quello che voglio ascoltare è musica classica o hard-rock.

Per restare tra i prodotti Tunuè, un'altra segnalazione doverosa è per l'incredibile La sala da tè dell'orso malese, di David Rubin, che si era già segnalato in passato per il poetico Dove nessuno può arrivare.

L'orso malese del titolo gestisce una sala da tè dove si intrecciano storie di vita. L'idea è un po' quella de La locanda alla fine dei mondi di Sandman, ma lo stile è tutt'altro: poetico, surreale, divertente, tenero, spietatamente lucido. Personaggi animali, umani e supereroi si incontrano nel locale dell'orso Sigfrido – in realtà il suo ambulatorio psico-animico – regalandoci un pezzo delle loro esistenze. Lo stile di Rubin, sintetico e sempre espressivo, sta facendo un'ottima evoluzione e un paio di vedute della cittadina dell'orso sono decisamente incredibili.

Ma i disegni più incredibili che mi è capitato di vedere nell'ultimo periodo dolo quelli del Fueye, il suono del tango di Jorge Gonzales (001 Edizioni). Un'altra storia struggente e poetica di musica e di formazione, talvolta un po' confusa, ma gradevole da leggere. I disegni sono una goduria per gli occhi. I personaggi, con le loro facce terribilmente umane, fatte di espressione e suggestione, vi resteranno davanti agli occhi per un bel pezzo.

Infine un libro che aspettavo da un anno o due – con grande impazienza! Vi ricordate Loaded Bible (Arcadia)? Il mondo è in mano ai vampiri e c'è solo un uomo (pardon, un dio-fattosi-uomo) che può salvare l'umanità? Vi ricordate che il Cristo è tornato ed è incazzato nero?

Ora potete leggere il secondo e terzo capitolo, in un colpo solo: il sangue di Cristo e Comunione.

Il povero Cristo ha capito di essere solo un clone. E' abbastanza divino da sopravvivere nel deserto continuando a far apparire dal nulla tramezzini al tonno (i pani e i pesci, avete presente?), ma dopo un po' anche il tonno stufa. Non ha più certezze: suo padre non gli risponde, gli esseri umani non sembrano particolarmente meritevoli di salvezza e i vampiri non sono tutti i mostri senza cuore che gli avevano descritto.

Una delle serie più geniali degli ultimi anni – e mi perdoneranno i vari Joshua Dysart, Mike Carey e Bill Willingham.

Bene, i consigli per gli acquisti per gli acquisti per il momento sono finiti. Andate in pace, o anche no.

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. utente anonimo scrive:

    Ciao,approfitto di questo post per farti una domanda.ieri sono passato in fumetteria e ho cercato il nuovo numero di F.R. mi hanno detto che non ve n'è traccia perchè non è ordinabile su nessun catalogo di questo mese (posto che non so se questa mattina è uscito uno dei due e li c'è).che si fa (a parte prendere il treno e venirti a trovare in un'oretta e ricevervo fumante dalle tue mani)?ciao K.:)

  2. sraule scrive:

    sì, aspettare che entri in distribuzione.o se no ordinarlo direttamente da arcadia non appena compare in catalogo:http://www.nuvoleshop.com/shop2007/catalogo.asp?scat=27&cat=&pg=1&q=

  3. utente anonimo scrive:

    Grazie… e infatti anch'io pensavo a queste opzioni ma mi si sono drizzate le orecchie al momento…credevo che apparisse prima sui cataloghi vista la presentazione alla mostra. vorrà dire che l'arrivo sarà immediato.:)… speriamo!!!Saluta Armando.ciao K.

  4. sraule scrive:

    no, grazie a te.

  5. utente anonimo scrive:

    Ravenstock sarà presentato su Anteprima e Mega solo nel mese di aprile. Alastor l'ha già disponibile a magazzino, mentre i clienti Pan e Starshop dovranno aspettare un pò di più.spiacente per l'attesa! (ma vi posso assicurare che sarà ben ripagata).mario

  6. utente anonimo scrive:

    felice di sentirtelo dire Mario, ma il sito di alastor ancora non lo da disponibile.cmq, grazie ad entrambi per le risposte!Buona serata. ciaoK.

  7. sraule scrive:

    grazie per le informazioni, mario!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...