Che poi un corso di scrittura creativa non è. Ho sempre pensato (e continuerò a farlo fino a prova contraria), che se una persone non ha idee o non sa scrivere non c’è corso di scrittura creativa che tenga. Non parliamo di un corso d’italiano, è chiaro: quello farebbe bene anche a molti di quelle che hanno grandi idee.

Il corso di scrittura creativa rischia di creare pseudo-scrittori frustrati (e, a volte, dei mostri, ma questo è un altro discorso), consapevoli dei propri limiti ma pressoché incapaci di superarli.

maschere.jpg

No, questa è più che altro una serie di lezioni monografiche, sul tema della creazione del personaggio e quanto creare un personaggio sia un’operazione introspettiva. Il titolo del corso è "Psicologia e scrittura". Desolante, lo so. Non l’ho scelto io che, comunque, nella scelta dei nomi ho lo stesso tipo di idee felici di Leonardo da Qvirm.

Anyway: qui c’è il programma. Se passate casualmente per sei mercoledì di seguito da Spezia, fate un salto.

1. Il Protagonista tra informazione ed espressione: come funziona il transfert in letteratura? Prima ipotesi: il protagonista è uno di noi (o è una "Peggy Sue"?). Esercitazioni pratiche.
2. Seconda ipotesi: il protagonista non è uno di noi. Il transfert incompleto e le somiglianze con l’Antagonista. Quanto di noi c’è in un personaggio che non ci assomiglia? Esercitazioni pratiche.
3. Come presento il protagonista influisce sulla percezione del lettore? Come? E dov’è lo scrittore? Esercitazioni pratiche.
4. Il protagonista narratore, il protagonista dialogante, il protagonista raccontato. Esercitazioni pratiche.
5. La spalla, l’antagonista, i comprimari: possibili oggetti di transfert? Esercitazioni pratiche.
6. Analisi di un caso.

maschere2

Il corso ha anche una pagina facebook, QUI.

Advertisements

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...