Il sabato di pasqua la noia regna sovrana. Persino per Gesù è stata una giornata interlocutoria e, come dire, pallosa. Ovviamente rispetto alle emozioni del venerdì (morte!) e di domenica (risurrezione!) il sabato è stato un pacco. Quindi, visto che è il sabato prima di pasqua e che mi sto annoiando a sangue, che il Moroso ha l’influenza e si è mummificato sul divano e che il tempo, per di più è grigio, farò con qualche millennio di ritardo la catena sugli oggetti più strani che uno ha inc asa.

In posizione numero 5: una lampada un tempo ad olio, convertita ad elettricità in anni in cui ancora si pensava che "convertire" o "riparare" fosse più saggio che "buttare via" e "ricomprare una versione più nuova". Antica saggezza:

In posizione numero 4: il fermacarte fatto di das, a forma di testa di Jack di Nightmare Before Christmas, confezionato a mano da una mia paziente e indi regalatomi.

In posizione numero 3: un pupazzo a forma di vampiro, con tanto di cuscino perché è pronto per andare a letto, che mi ha regalato una mia amica circa 10 anni fa (anzi, temo qualcosa in più). A sua volta l’aveva vinto ad una pesca magica in Irlanda.

In posizione numero 2: un pezzo di mandibola di un animale non  meglio precisato, probabilmente uno stambecco o una capra di montagna. L’ho trovato da piccola sulle alpi e non me ne sono mai separata. Alcuni potrebbero sostenere che fa schifo, ma a me piace moltissimo.

Infine, in posizione numero 1, almeno nel mio cuore… la tazza di Sherlock Holmes, comprata al 22B di Baker Street, naturalmente. Doppia fotografia, qua, per ammirarla in tutta la sua bellezza.

Ovviamente non ci berrò mai dentro PER DAVVERO del liquido, magari bollente, con il rischio di rovinanrla. No, no. E’ una classica tazza-porta-oggetti, del tipo che si trova su ogni scrivania.

Bene, gente, questo era tutto. E’ passata solo metà mattinata, ma ora vado a cazzeggiare su Facebook e a leggere "Che fine ha fatto mr.Y?". Buone feste.

Advertisements

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. Shepp ha detto:

    Lo recensisci tu Mr.Y?

  2. sraule ha detto:

    lo vuoi tu? per me non c’è problema. 🙂

  3. Shepp ha detto:

    Eheheh, no tranquilla! Era solo per non scrivere doppioni! Tra l’altro lo sto ancora aspettando insieme a PopCo…

  4. sraule ha detto:

    mh, allora sarebbe meglio se recensissi tu entrambi, per una questione di continuità.
    dimmi se diventa “troppa roba”.

    mondo: osservate la serietà di due autentici professionisti della recensione all’opera! 🙂

  5. Shepp ha detto:

    Dov’e’ l’altro professionista?? Presentamelo! Cmq facciamo così…Vediamo intanto se arrivano…non ci giurerei visto che li aspetto da più di un mese…Appena torno a Pisa (tra 3 giorni) verifico e ti dico. Nel caso vai tranquilla tu con Mr Y!

  6. utente anonimo ha detto:

    come sai di quel vampiretto sono innamoratissimo da tempi remoti.

    ma la mandibola, cazzo, non mi avevi MAI fatto vedere la mandibola!!

  7. sraule ha detto:

    ti ho scritto una mail. mr. brullo. potresti anche cagarmi, invece di venire qua a fare il sentimentale con il mio vampiretto! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...