Sono lieta di informarvi che il monologo è stato scritto. Ho anche finito la prima bozza della sceneggiatura, che poi riguarderò nei prossimi giorni.

Immagino che vi stiate rotolando sul pavimento dall’emozione.

Siccome sono buona vi posto uno schizzo (di Armando, ovviamente) di Ravenstock da piccolo, la cui utilità al momento è decisamente dubbia, ma che forse vi divertirà.

Annunci

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. mrharrison ha detto:

    evvai, il piccolo ravi! quando tornate lo stampo così me lo autografate. ecco.

  2. sraule ha detto:

    tu ormai mi terrorizzi, mrharrison.

  3. mrharrison ha detto:

    e mi avete visto poco. anch’io mi terrorizzo.

  4. Niebbo ha detto:

    Te però ti terrorizzi con niente, diciamolo. :asd:

    Comunque è pacioccoso.

  5. sraule ha detto:

    sì, sono una fifona, ok?

  6. spacechili ha detto:

    Alla domanda

    “Perchè i fumetti sono violenti?”

    Bisogna rispondere con un’altra domanda:

    “Perchè, i fumetti sono violenti???!!!!”

    Non ho mai visto i fumetti picchiare nessuno.
    Parliamo delle maestre, invece, che stracciano quei poveri spillati davanti agli allievi!
    Quella è violenza!!!

    😛

    Fab

  7. sraule ha detto:

    Bene, la prossima volta ti cito, caro.

    Ma le maestre non stracciano più niente davanti a nessuno, temo. E’ finita l’epoca del “quello che la prof mette all’indice è quasi sempre un ottimo consiglio per gli acquisti”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...