ATTENZIONE: SEGUONO SPOILER PER HARRY POTTER 7

Ho comprato Harry Potter and the Deathly Hollows circa 3 ore prima della scadenza ufficiale del conto alla rovescia, grazie ad un libraio compiacente di cui non farò il nome. Aggiungo che è stato un caso: nemmeno sapevo che quel librario sarebbe stato compiacente, prima di capitare nel suo negozio per caso, anche se, conoscendolo, avrei potuto prevederlo.
Ho potuto prevedere anche un gran numero di altre cose del libro, Belle e Accurate Profezie a parte. Non serviva che lo dicessero alla tv per intuire che Harry sarebbe sopravvissuto. Non serviva chissà quale rivelazione in anteprima per sapere che Voldemort sarebbe schiattato.
In fondo, è noto, il bene trionfa sempre.
Ho finito di leggere il libro lunedì. Inutile dire che non ero molto soddisfatta di come si erano messe le cose, visto che tenevo nettamente per il partito dell’odio, aka dei mangiamorte. Eh, sì: sono per lo sterminio dei babbani.
Dal punto di vista formale il modo in cui viene risolto il conflitto tra Potter e Voldemort  (leggi: il modo in cui un imbelle maghetto scarso in magia fa fuori in un istante il più grande stregone vivente di quel tempo) è piuttosto inelegante. E però… chi sono io per criticare (a parte, giustappunto, un recensore letterario)?
Poi, ieri, il Moroso mi ha spiegato quello che il mio subconscio già aveva capito.
Stavamo salendo in macchina e, notando l’estremo stato di sporcizia del vetro, il Moroso ha espresso l’intenzione di lavarlo con la spazzola. Ho risposto, sovrappensiero: "Sì, è sporco come i calzini di Harry Potter."
Il Moroso ne ha approfittato per esibirsi in una serie di gag sul maghetto. Il fatto è che lo odia proprio, altro che Voldemort. Mettete Harry tra le mani al Moroso e vedrete quanto ne rimane di lui e della sua bacchetta.
Comunque, spinto da giusta acredine nei confronti del personaggio, il Moroso ha sfornato una teoria logicamente ineccepibile sul perché, in realtà il Bene NON HA vinto, questa volta e il finale della Rowling è pubblicità ingannevole.

Per dimostrare ciò metterò ora a confronto la "soluzione" di JK Rowling e la "soluzione" del Moroso della battaglia finale.

PREMESSE: Esiste una bacchetta invincibile, the Eldest Wand, Deathstick e altri nomi ancora. Questa Superbacchetta passa di mago in mago da tempi immemori ed è, ovviamente, uno status simbol molto desiderabile. Ma la Superbacchetta funziona nel modo giusto (quindi vincendo sempre) solo per il suo Vero Padrone, ovverosia chi l’ha vinta in battaglia al padrone precedente, o comunque gliel’ha sottratta contro la sua volontà.

JR ROWLING: L’ultimo proprietario della Superbacchetta era Silente, che l’aveva vinta al perfido Mago Oscuro Grindelwald (un mago oscuro ci va sempre di mezzo, ho notato). Voldemort prende la bacchetta dalla tomba di Silente, dove è sepolta (a Voldie piace un sacco grufolare nelle tombe altrui), ma ovviamente lei non funziona bene, perché Voldemort non è il suo Vero Padrone.
E ora le cose si complicano.
Infatti: Silente è stato ucciso da Piton, quindi il Vero Padrone ora è lui. Ovviamente teoria vorrebbe che se Voldemort uccidesse Piton diventerebbe il padrone della bacchetta e Voldemort agisce di conseguenza (anche se, come vedremo in seguito, in modo incomprensibile).
Come al solito, però, toppa di brutto, pensando che uccisione = sconfitta.
In realtà, come scopre Harry, Piton era d’accordo con Silente per ucciderlo, quindi – visto che eseguiva i suoi ordini – non l’ha affatto sconfitto.
Teoricamente la bacchetta, quindi, dovrebbe essere priva di padrone.
Sbagliato.
Infatti il viscido Draco Malfoy ha sfilato la bacchetta dalle dita di Silente, ed è quindi il Vero Padrone.
"Bene," dice Voldemort, che ormai ha un po’ perso il filo, "vuol dire che andrò a uccidere Draco."
"No, non hai capito come sono andate le cose," dice Harry.
"Mi fido sulla parola," risponde Voldemort.
"No, no, aspetta. Vedi, Draco l’ho già battuto io, un mesetto fa, per caso (o meglio, per predestinazione divina, perché io non ho avuto per niente culo, non sono vivo per una serie di incredibili coincidenze e ho anche un naso completamente formato, ecco), infatti sto usando la sua vecchia bacchetta. La Superbacchetta lo sa, e quindi ora io sono il Vero Padrone. Mi dispiace," aggiunge, poco sinceramente.
Voldemort, che si vergogna a chiedergli di ripetere, fa quello che fa sempre in caso di indecisione e spara una maledizione mortale.
Prevedibilmente questa gli rimbalza contro perché la Superbacchetta non agisce contro il suo Vero Padrone. E Voldemort ci rimane secco.

Piccola nota. Come avrebbe potuto, secondo questa versione, qualsiasi mago ragionevolmente normointelligente, tirarsi fuori dai guai? Forse usando, tanto per sicurezza, la sua vecchia bacchetta che ha ancora in tasca?
Se Voldemort fosse uno che ha faticato a prendere la licenza elementare capirei, ma così… MA CONTINUIAMO…

MOROSO: Il Moroso ha distrutto tutta la teoria di Harry in due parole: "Ma chi ha ucciso Piton?"
E’ giusto. Infatti nel libro si legge chiaramente (mi scusino la traduzione imperfetta):

          "E Voldemort colpì l’aria con la bacchetta. A Piton non successe niente e questi, per un mezzo                 secondo, sembrò pensare di essere stato risparmiato: ma poi l’intenzione di Voldemort divenne chiara. La gabbia del serpente stava già rotolando nell’aria, e prima che Piton potesse far altro che urlare, l’aveva racchiuso, testa e spalle, e Voldemort aveva parlato in serpentese.
"Uccidi."
Ci fu un terribile grido. Harry vide la faccia di Piton perdere il poco colore rimasto, sbiancando mentre i suoi occhi neri si dilatavano, mentre le zanne del serpente trapassavano il suo collo, mentre non riusciva a spingere via da sé la gabbia incantata, mentre le sue ginocchia cedevano, e cadeva a terra."

Poi Voldemort dice che "se ne rammarica" e se ne va allegramente con il suo serpente.

Domanda: Perché Voldemort dovrebbe pensare a questo punto di essere il Vero Padrone della bacchetta?
Nemmeno il tizio che ha avuto delle difficoltà a prendere la licenza elementare di cui sopra penserebbe di "aver vinto in duello" il passato padrone. Casomai Nagini (il serpente – serpentessa, anzi) l’avrebbe fatto.
Quindi perché Voldemort dovrebbe andare in duello con Harry convinto di essere invincibile?

Questo, comunque, non è ancora niente rispetto al fatto che, seguendo la logica, non ci sarebbe alcun motivo per rigettare il ragionamento di Voldemort che fa di Piton il Vero Padrone.
In fondo, anche se Piton e Silente erano d’accordo, Piton ha, effettivamente, ucciso Silente. La Superbacchetta dovrebbe essere davvero incredibilmente intelligente per capire la differenza tra un’uccisione altruistica ed una egoistica. E poi, su quali basi definire altruismo ed egoismo? Piton lottava in memoria del suo defunto amore, non proprio per altissimi ideali, ma per il solito pelo circondato di ottimi sentimenti.
Davvero la Superbacchetta sapeva tutto questo?

A mio modesto avviso, realisticamente, la linea di successione della Superbacchetta dovrebbe essere stata questa:
> Grindelwald
1) Silente
2) Piton
3) Nagini
4) Paciock (che ammazza Nagini, del tutto inconsapevole della cosa).

A questa catena di eventi, sempre logicamente, dovrebbe conseguire una scena finale più di questo tipo (di nuovo chiedo scusa per la traduzione):

            " "Così tutto si riduce a questo, vero?" sussurrò Harry. "La bacchetta nella tua mano sa che il suo ultimo padrone è stato Disarmato? Perché, se lo sa… io sono il Vero Padrone della Superbacchetta."
Uno scintillio rosso-dorato dilagò improvvisamente nel cielo incantato
(della Sala Grande, ndt) sopra di loro, mentre un raggio abbagliante di sole appariva sopra il davanzale della finestra più vicina. La luce colpì entrambi i loro visi nello stesso momento, così che quello di Voldemort fu improvvisamente una macchia ardente. Harry udì l’alta voce strillare, mentre anche lui gridava con tutta la sua forza, puntando la bacchetta di Draco:
"Avada Kedavra!"
"Expelliarmus!"
Lo scoppio fu come quello di una cannonata e le fiamme dorate che eruppero tra di loro, al centro preciso del cerchio che avevano tracciato, segnarono il punto dove gli incantesimi avevano colliso."

Dopo di che Harry, colpito in pieno petto dall’incantesimo mortale, atterrò sulle proprie chiappe, già stecchito.

oppure:

Dopo di che Harry, riuscendo come al solito a scansarsi per un pelo, si buttò a terra e cercò di strisciare via.

oppure:

Dopo di che Harry, visto che era stato mancato, osservò un innocente spettatore, alle proprie spalle, atterrare sulle sue chiappe, già stecchito.

Ecco, mi pare che le opzioni più o meno fossero queste.
Nel libro, naturalmente, la maledizione rimbalza e quello che atterra sulle proprie chiappe, già stecchito, è Voldemort.
A dimostrazione che il Bene, anche quando ha più che chiaramente tutti i torti, anche quando i propri beniamini sono poco più che tartaglianti impiastri, anche quando i suoi avversari sono capaci, determinati e semi-invincibili, vince sempre. Anche se a volte la fa un po’ sporca.
Perché, cari bambini, il Male è destinato a perdere.
Meno male, eh?

Annunci

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. mrharrison ha detto:

    io in generale non parteggio per i cattivi, anche se generalmente seguo queste storie senza “tifare” per una fazione: ho imparato a non farlo dopo la delusione derivata dall’iliade…
    è innegabile però che tra harry e voldemort il personaggio più interessante fosse voldemort. ma anche tra harry e oliver baston era più interessante baston.
    i ragionamenti/seghe mentali alla base della proprietà della bacchetta mi sembrano un tentativo un po’ goffo di giustificare la vittoria di una mezza tacca sul più potente mago oscuro vivente. il modo più logico sarebbe stato far accoppare voldie da harry mentre era nascosto sotto il mantello invisibile, ma quando mai il buono sconfigge il cattivo con un mezzuccio così da codardo? io pensavo che alla fine harry prendesse possesso in qualche modo della bacchetta invincibile e poi grazie ad essa riuscisse nell’intento…
    ripeto, troppe morti ingiustificate (perchè non valorizzate), qualche cosa tirata un po’ per i capelli, ma tutto salvato da piton. però hai ragione tu, un po’ di senso morale non sarebbe guastato; cos’era, scemo, quando spifferò della casa dei potter a voldemort? credeva che li sgridasse e basta?

  2. sraule ha detto:

    @mrharrison: cos’era, scemo, quando spifferò della casa dei potter a voldemort? credeva che li sgridasse e basta?

    be’, tecnicamente quello gliel’ha spifferato codaliscia. piton gli ha detto della profezia, e non sapeva che il risultato fosse “harry potter”. (o anche paciock, in effetti, ma voldie ha preferito potter).

    il modo più logico sarebbe stato far accoppare voldie da harry mentre era nascosto sotto il mantello invisibile, ma quando mai il buono sconfigge il cattivo con un mezzuccio così da codardo?

    il modo più logico sarebbe far accoppare voldie da harry mentre voldie era distratto. tipo mentre dormiva sarebbe stato credibile.

    il punto, secondo me, è che jk ha creato un universo il cui unico esito logico era quello di dirigersi inevitabilmente verso la sconfitta di harry.

    poi, per la famosa legge pratchettiana del “una probabilità sul milione” era praticamente scontato ciò che è avvenuto. solo che avrebbe almeno potuto sforzarsi un po’ di più per far tornare tutto senza trasformare improvvisamente il nemico più cool di tutti i tempi in un cazzone con l’intelligenza di una conchiglia. 🙂

  3. mrharrison ha detto:

    sicuramente. si è resa conto che il villain “le era scappato di mano”, era troppo potente per un cretinetto come harry. perchè poi tra l’altro harry soffre della malattia che hanno troppo spesso i protagonisti tipici, cioè non è assolutamente simpatico, ha notevoli botte di culo e in più, visto che deve sembrare un adolescente comune così tutti ci si possono immedesimare (ho pena per chi possa averlo fatto…), non è particolarmente brillante. forse a questo giro per trovare una giustificazione plausibile la rowling ha fatto proprio un buco nell’acqua.

    deluso dal finale, perchè contrariamente a quanto era stato dichiarato lascia spazio a qualsiasi possibile seguito. se si dice che non c’è modo che possa andare avanti, non deve poter andare avanti!

  4. utente anonimo ha detto:

    riprendedo il precedente… il biondo era grindelwald, mi sembra.

    la bacchetta credo che a un certo punto avese bisogno di un buon psicologo. mi sembra di capire che necessitasse la sconfitta ed il successivo contatto.

    piton, non la ha mai toccata.
    draco, non ha mai sconfitto silente.
    nagini, non ha mai toccato la bacchetta (possimo pensre però che essendo un horrocrux fosse in parte voldermort?)
    voldemort, non ha mai sconfitto silente.
    voldemort, non ha mai sconfitto piton (facendo cadere il discorso nagini hcx di lui stesso)
    paciock, ora gran figo, non ha mai toccato la bacchetta.
    HP, per culo(?) con la sua dialettica riesce a far credere alla ora mai confusa e stressata bacchetta di essere il suo padrone e vincere!

    Come fa HP ad essere il 7° hcx?
    A parte che mi sembra che la rowling aveese dichiarato che hp non era un hcx, Voldemort non sapeva che HP fosse un hcx casuale… allora perché chiede al prof come dividere la sua anima in 7° non avendo poi intenzione di usare HP come 7° ufficiale… insomma mi sembra che in tutto questo manchi un hcx!

    si, la morte di lupin e tonk è stata veramente tirata via quando poteva essere uno dei leif motif della battaglia finale. così come il farli morire ed il privarci di un gemello è stato veramente veramente crudele! Che stronza e sadica puttana!!!

    Per pò pensavo che sirius avrebbe potuto essere la scusa per un possibile 8° tomo di hp… un libro basato sul suo rescue… purtroppo però la passeggiata con i suoi grandi 4 ci ha levato di mezzo questa possibilità.

    arh.. pranzo pronto, devo andare… finisco solo con il 19 anni dopo più di merda che abbia mai letto! NON DICE UN CAZZO! loro sono sposati, gli altri pure… ed in più hanno dei figli. i malfoy sono stati perdonati per essere stati delle enormi merde che meritavano il carcere a vita… ma all fine che cosa sono diventati??? come campano cosa hanno veramente fato dopo.. a parte scopare e riprodursi come ricci???

    Robbé

  5. utente anonimo ha detto:

    piccola aggiunta..

    voldemort oramai era instabile. ossesionato dal dover sconfiggere la sua nemesi e con la sua anima lacerata ed eliminata poco per volta, per forza ha duellato da principiante contro un ragazzino che è stato capace di fare solo una crociata e 3 imperio (sempre sullo stesso soggetto poi) in 17 anni. come cazzo pensava di sconfiggere uno che tenva testa tranquillamente a 3 maghi cazzuti con un banalissimo expellamus! :S

    che peccato! 😦

    R.

  6. sraule ha detto:

    Capisco perfettamente la tua acredine, Robbè. Secondo me (e non solo, a quanto pare leggendo online) JK in quest’ultimo libro ha pasticciato non poco.

    In particolare ha fatto almeno tre cose che non si dovrebbero mai fare, ovvero:

    1) Se hai un grande personaggio dagli una grande morte. Una bella morte. Già Sirius aveva avuto una morte del cazzo (infatti nel film l’hanno cambiata). Moody fa una fine del cazzo (btw, la faccenda dell’occhio è patetica). Lupin fa una morte del cazzo. Tonks è un personaggio minore quindi transeat. Voldemort fa una fine del cazzissimo.
    Piton viene azzannato a morte da Nagini. Infatti un mago cazzuto come lui (l’abbiamo visto combattere nel sesto libro e era una potenza) si lascia mordere come niente fosse dal serpente. Altra morte del cazzo.
    L’unica morte che mi ha fatto sconquassare dalle risate e mi ha riempito di perversa allegria è quella di Codaliscia, strangolato dalla sua stessa mano.

    2) Creare un nemico invincibile. Come Voldemort sarebbe a tutti gli effetti. Altro che Luke e Dart Vather (di tutt’altra levatura la morte la morte di quest’ultimo, tra l’altro).
    Visto che ormai l’aveva fatto, però…

    3) Non far vincere i buoni in modo pretestuoso. Immagina sempre che i tuoi lettori siano tutti avvocati tributari. Non ci dev’essere il minimo dubbio sulla giustizia della vittoria. Se l’eroe vince non deve vincere per a) caso, b) distrazione dell’avversario, c) imprevedibile avvenimento esterno (Tipo “e in quel momento cadde un meteorite che spiaccicò Voldemort”. No, non si fa).

    ————–

    Riguardao agli horrcrux, essi erano 7 + 1, ovvero:

    1) diario
    2) anello
    3) medaglione di Serpeverde
    4) la coppa di Tassorosso
    5) il diadema di Corvonero
    6) Nagini
    7) Harry (involontariamente)

    In più un pezzo di anima era, ovviamente, dentro di lui. E così sono 8. Meglio del Lego al suo interno, he?

  7. mrharrison ha detto:

    ah, giusto, tra l’altro va aggiunto che tra le promesse non mantenute c’era una degna spiegazione per la caduta oltre il velo! c’è gente che su vari forum si è scervellata (fin troppo, secondo me) per capirci qualcosa, e alla fine niente. altra grande occasione sprecata.

  8. sraule ha detto:

    VERISSIMO.

    Ho letto da qualche parte che la Rowling ha rilasciato dei commenti sparsi su “quello che non dice” nel libro. Tipo che Harry e Ron sono diventati Auror (Harry è a capo degli Auror), Hermione è nell’ufficio legale del ministero, ecc.

    A questo punto perché non aggiungere un capitolo? 😀

  9. utente anonimo ha detto:

    ovvia… una bella petizione per farglielo riscrivere! ^^

    R. 😉

  10. sraule ha detto:

    A questo punto non so se avrei più la forza di rileggerlo 🙂

  11. utente anonimo ha detto:

    si, ma nella nuova versione, nagini e la bacchetta si alleano e uccidono quasi tutti.

    19 anni si saprà che nagini mettera su uno spettacolo hardcore con hermione… La granger e il suo pitone!

    La bacchetta, invece, fonderà un partito… Il NocePesco e diventerà presidente del consiglio, nel frattempo si darà al ciclismo e ai salumi.

    r.

  12. sraule ha detto:

    si, ma nella nuova versione, nagini e la bacchetta si alleano e uccidono quasi tutti.

    grande idea. non capisco perché jk non ci abbia pensato da sola.

    19 anni si saprà che nagini mettera su uno spettacolo hardcore con hermione… La granger e il suo pitone!

    sì, perché la scena in cui voldemort arriva con il pitone sulle spalle come alice cooper non ti ha fatto stramazzare dal ridere? quella non credo che fosse voluta, però…

    La bacchetta, invece, fonderà un partito… Il NocePesco e diventerà presidente del consiglio, nel frattempo si darà al ciclismo e ai salumi.

    be’, in italia avrebbe ben più di una chance.

  13. brullonulla ha detto:

    BASTA HARRY POTTER PORCODIO.

    (ciao s. cosa ti porto in dono da stoccolma tvttb :***)

  14. sraule ha detto:

    Il Castello di Drottningholm, grazie, Brullo.
    Mi raccomando ricordati di imboscarlo bene nel bagaglio a mano BRUTTO STRONZO CHE TU SEI IN VACANZA E IO NISBA E HAI HANCHE IL CORAGGIO DI DIRE PORCODIO BASTA CON HARRY POTTER CHE L’UNICA COSA CHE POSSO FARE E’ FARMI LE SEGHE MENTALI PER NON SOCCOMBERE AL CALDO.

    A parte questo, è sempre un piacere sentirti, lo sai.

  15. utente anonimo ha detto:

    ahahah sorellina 🙂 il castello non so se ci entrerà, ma se vuoi ti reco del merluzzo fermentato.

    comunque nel weekend sono dai miei, parto la prossima settimana.

  16. sraule ha detto:

    l’ho saputo, merdaccia. ho incontrato la tua mamma e il tuo papà che me l’hanno spifferato.
    hanno anche detto che sei molto inopportuno, proprio ora che avevano trovato da affittare la tua camera.

  17. brullonulla ha detto:

    proprio vero che nessuno mi vuole bene.

  18. sraule ha detto:

    be’, ma con i prezzi del mercato immobiliare oggi… come dar loro torto? se vuoi per il periodo della tua permanenza ti affitto il mio terrazzo sul cortile interno.
    mia.
    bontà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...