Caro investigatore della Polizia Postale e caro suo collega della Guardia di Finanza,

non sono mai stata una grande appassionata del peer-to-peer. Mi considero una persona civilizzata e non basta una campagna pubblicitaria come la Vostra per farmi venire voglia di scaricare un film pirata.

Naturalmente vado al cinema e pago regolarmente il biglietto, ma, se proprio dovesse venirmi la tentazione di Infrangere La Legge, lascerei che a maneggiare la cosa fosse il moroso.

Non che i vari eMule, LimeWire e Drumbeat siano molto difficili da usare – in effetti non sono niente rispetto all’ultimo degli Excell o dei Photoshop – no, il fatto è che non vivo con serenità la faccenda di essere in coda, venir scavalcata in coda, scaricata dalla coda sul più bello e così via.

Il moroso, d’altronde, conosciuto anche come l’Uomo Più Flemmatico Del Mondo, non avrebbe – in questa Remotissima Possibilità – nessun problema al riguardo. Verrebbe quindi usato come intermediario tra me e il cosmo.

 

      Caro investigatore della Polizia Postale e caro suo collega della Guardia di Finanza,

una cosa che non faccio assolutamente è scaricare le puntate dei telefilm americani prima che arrivino qua in Italia. Non è solo Disgustoso, è anche Illegale!

Se mai qualcuno facesse una cosa tanto Abietta dovrebbe essere legato immediatamente ad una gogna e patire i Lazzi Della Popolazione.

Non so se Voi siate informati della serie televisiva Immorale dal titolo “Dr. House”. Stavo giusto sospirando di sollievo perché era stata finalmente tolta dai nostri teleschermi a metà della terza stagione – qualcuno è Molto Saggio ai vertici della Mediaset, come d’altronde ho Sempre Pensato – quando mi sono resa conto che era possibile scaricare da Internet le nuove puntate sottotitolate in italiano.

Ne approfitto per portare alla Vostra attenzione il lavoro di ItalianSubs.it: non capisco come un portale così palesemente Comunista possa rimanere aperto.

In ogni caso la possibilità di vedere in anteprima le gesta di quel Medico Diabolico e Irresponsabile non sono niente rispetto all’ultima Aberrazione di cui sono venuta Incidentalmente e Innocentemente a conoscenza.

 

      Forse l’Autorità Vostra non ha mai sentito parlare della serie televisiva della HBO denominata “Dexter”. Dopo aver Involontariamente saputo che esistevano due libri con protagonista un serial killer già non potevo credere alla Ripugnanza della cosa.

Ma ora si è passato il limite della Pubblica Decenza! So che è difficile da credere, ma da quei Romanzi Ripugnanti è stata tratta una serie televisiva, “Dexter”, appunto.

Il protagonista – una Creatura dell’Innominabile che di giorno si annida nelle stesse Istituzioni! come tecnico ematologo della Polizia – durante la notte spinge la sua Abiezione al punto di uccidere e fare barbaramente a pezzi membri Fallati della Società, ma pur sempre Figli del Signore!, come Pedofili, Stupratori e Affini.

Vorrei portare alla Vostra Attenzione il fatto che l’attore che interpreta questa serie Immorale è Michael C. Hall, lo stesso che interpretava un impresario di pompe funebri Invertito in un’altra serie televisiva di Pessimo Gusto chiamata “Six feet under”. In questo nuovo telefilm l’Abiezione di questo individuo è arrivata al punto di rendersi simpatico e affascinante nei panni di un Pervertito e un Abominio della Natura, Inviso al Nostro Salvatore Gesù e al Cuore della Sua Santa Madre Maria!

 

      Caro investigatore della Polizia Postale e caro suo collega della Guardia di Finanza,

Vi indirizzo questa mia supplicandovi di porre termine a questa Grave Situazione di Illegalità e Immoralità, in nome della Legge e della Pubblica Decenza.

      RingraziandoVi anticipatamente,

 

      in fede,

 

      Susanna Raule.

Annunci

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. eliaspallanzani ha detto:

    Salve. Chiedendo venia per l’OT, vorremmo solo segnalare che wikipedia sta di nuovo cercando di cancellare la memoria di Elia Spallanzani, già ingiustamente catalogato come personaggio fittizio. Ora, pur concordando con lo Spallanza che “Per vedere ciò che non c’è / bisognerebbe non esserci”, la cancellazione ad opera di altri ci fa un po’ specie. Perciò, chiediamo ai cortesi lettori di valutare se il Nostro sia vero o finto, e se finto, se sia una piacevole finzione; ed in quest’ultimo caso di votare contro la cancellazione. Saluti dalla Fondazione.

  2. sraule ha detto:

    right. ok per l’ot. pensavo che ormai si fosse deciso di tenerla quella pagina, comunque farò di nuovo un salto sul dibattito…

  3. utente anonimo ha detto:

    Quanta ignoranza.

  4. sraule ha detto:

    quanta laconicità.

  5. utente anonimo ha detto:

    Dexter non è della HBO ma di Showtime.

    RobaInutile

  6. sraule ha detto:

    vero. chiedo scusa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...