Ah! buon 2006 a tutti!

il mio sarebbe iniziato malissimo se non mi fossi imbattuta in questa eccezionale iniziativa. infatti il 31 a mezzogiorno mi si è rotto un dente, cosa spiacevole ancorchè annunciata. infatti è ovvio che non appena il tuo dentista si allontana per due giorni i tuoi denti ne approfittino per autodistruggersi.

vabbè. come dicevo l’inizio del 2006 sarebbe stato gramo se non avessi trovato… una vera chicca. un’iniziativa geniale, che sembra fatta apposta per mettere in imbarazzo il nostro austero clero. austero? disinibito, direi!

osservate attentamente la sfilza di bei giovini in abito telare qui a fianco, please. sì, sono esteticamente significativi.

la prima cosa che viene in mente ad un’osservatrice (ma anche osservatore, dai) casuale è che si tratti di una qualche allegra, simpatica, leggermente blasfema, vagamente pruriginosa goliardata.

nossignori. tutto questo ben di dio (è proprio il caso di dirlo) è assolutamente autentico. sponsorizzato dal vaticano e prodotto dalla stessa casa editrice che regala a noi giovani fanciulle sospiranti anche l’ottimo calendario dei gondolieri 2006!

mi chiedo come tutto questo si inserisca nel discorso “la tecnologia impauperisce le nostre anime” ecc, ecc, comunque, hey, non sarò io a lamentarmi…

il calendario romano 2006 è una vera iniezione di buon umore. se qualcuno volesse farmi un regalo di natale in ritardo adesso sa cosa voglio! immaginate svegliarvi ogni mattina sotto ad uno di questi ipervitaminici preti. brrr… LO VOGLIO!

e poi, siate buoni, pensate anche anche alla coinquilina. immaginatela appicare devotamente la scritta “porn star” sopra al santino di gesù cristo e improvvisamente, come un regalo dal cielo trovarsi appesa alla parete questa autentica perla trash. se non volete farlo per me, ormai cinica e indurita, fatelo per lei!

a questo proposito, mi permetto di ricordare a chiunque fosse in ascolto che la coinquilina (e a questo punto anch’io) sta ancora aspettando la benedizione nataizia di quest’anno. pare che l’anno passato abbia aperto la porta con fare imbestialito, iniziando a starnazzare in tono acidissimo: “come cazzo vi permettete di rompere le palle a quest’ora del mattino per le vostre fottute benediz… hem, padre… si accomodi, prego, gradisce una tazza di te’?”

a quanto pare, putroppo, l’eccezionale pezzo di sacerdote di zona è stato abbastanza cauto da non accettare niente di corretto con consistenti dosi di gin da lei. in ogni caso la coinquilina se n’è stata devotamente brava a buona per tutta l’operazione, di suo non più eccitante di una cistectomia, con gli occhi crisianamente ben aperti.

entrambe non vediamo l’ora che arrivi pasqua.

comunque, tornando a bomba, rimangio qualsiasi brutta cosa che mi possa essere sfuggita su ratzinger. uomo di eneffabile buon gusto. pastore (tedesco) di pecorelle smarrite. intenditore di umanità.

e noi, innocenti, che pensavamo che la faccenda del reverendissimo don Georg (suo sergretario personale) fosse solo un caso.

per concludere, sappiate che si ricercano volontari per il prossimo anno. il casting è già aperto. qua.

se per caso, quindi, notate una fila di preti che gonfiano i muscoli e si sistemano i capelli, sappiate che non è un’iniziativa dell’arci-gay.

con i migliori auguri di buon anno.

Annunci

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. Armaduk ha detto:

    ‘coddio, aveva ragione mia nonna quando insisteva per farmi intraprendere la carriera ecclesiastica.

  2. sraule ha detto:

    a questo punto dipende dal tuo senso della dignità, suppongo…

  3. brullonulla ha detto:

    la tua coinquilina fa entrare il tizio della benedizione?
    ma in che mondo viviamo?

  4. sraule ha detto:

    da come mi è stato descritto credo che il vero problema non sia permettergli di entrare, ma di uscire…

  5. kush13 ha detto:

    il n°3 e il n°4 sono stati fotografati mentre pisciavano sul sagrato

  6. Armaduk ha detto:

    il n°3 e il n°4 sono stati fotografati mentre pisciavano sul sagrato

    non il 3: troppo rischio con il gatto in agguato.

  7. kush13 ha detto:

    ho sballliato: quelli che stavano pisiando in su lo sagrato son li numeri 4 et 5, chiaramente

  8. sraule ha detto:

    e dove troviamo le foto, così, tanto per curiosità? 🙂

  9. kush13 ha detto:

    sul calendario dei bambini di satana, edizioni hobby & works

  10. sraule ha detto:

    sembra interessante 🙂

  11. HotelKingDavid ha detto:

    I did your test!

    Leader: Hitler (!!!)
    Movie: Il Padrino

    Belli anche i test seri..

  12. sraule ha detto:

    ciao hkd!

    tra nazismo e mafia sei messo bene, eh?

    sì, i test seri non sono male, peccato che non siano poi così “seri”…

  13. HotelKingDavid ha detto:

    i test seri non sono male, peccato che non siano poi così “seri”…

    Se lo dici tu, sraule…
    🙂

  14. utente anonimo ha detto:

    Oddio ho svegliato gli inquilini a forza di ridere…
    Comunque è vergognoso che si lasci entrare uno sconosciuto in casa, perdipiù vestito di nero…da me ha provato tre anni fa, ma complice la serata precedente estremamente movimentata, l’unica cosa che alle 8.30 di un sabato mattina è uscita dal citofono è stata una terrificante bestemmia…non è fine ma funziona egregiamente…

    Ahriman.

  15. utente anonimo ha detto:

    Hai proprio ragione, Ahriman.
    Ma, sai, quello sconosciuto vestito di nero era sexy, così io e la coinquilina abbiamo fatto un’eccezione. Peraltro non dobbiamo aver recitato molto bene la parte delle neoconvertite, perché non è più venuto.

    Sraule

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...