Sì, figlioli: del 2005. So che ci speravate, ma non prevedo di zittirmi a lungo. Ma se cambiare è un po’ morire (questo lo dicono i freudiani) e se morire è un po’ dormire – forse sognare (e questo lo diceva il buon vecchio Amleto, che con un freudiano sarebbe andato a nozze), be’, in sostanza mi sento quasi in dovere di lasciarvi una sorta di testamento recensionistico, ossia questo:

 

 

La Top10 2005 di sraule

 

 

D’altronde, se lo fa Stephen King perché non posso farlo io che, senza falsa modestia, sono per cominciare molto più bella?

Ecco quindi i dieci libri che si sono guadagnati la mia personale approvazione durante l’anno che sta per finire. Se vi incuriosisco abbastanza ricordate che molti dei libri qua sotto possiedono una recensione “seria” ed estesa a questo indirizzo.

Considerate che leggo in media tre libri a settimana e moltiplicate per il numero di settimane contenute in un anno (notate anche l’attenta circonlocuzione volta a dissimulare che in questo momento non mi ricordo quante sono): noterete che la rosa qui proposta è molto ristretta. Ergo, i titoli qua sotto meritano davvero la vostra attenzione. Sfoltire, tra l’altro, è faticoso.

 

 

E andiamo ad iniziare, siori e siore…

 

 

N 10 – SUSANNA CLARKE – JONATHAN STRANGE E IL SIGNOR NORREL: ovvero come prendere il folklore britannico, far finta che sia tutto vero e divertirsi col destino di una nazione. Siamo nei primi anni del 1800 e la guerra contro la Francia napoleonica può essere molto stuzzicante per un vecchio mago bilioso e il suo avventato allievo. Quale esercizio riposante i due alterano le sorti delle battaglie, spostano fiumi e monti e coinvolgono innocenti sprovveduti nei loro piccoli esperimenti. Il mondo altro, nel frattempo, si diverte alle loro spalle. E il Re Corvo, naturalmente, è fuori sede.

A tratti un po’ lento, decisamente bizzarro, una volta preso il ritmo è molto rilassante. La Clarke è amica di Gaiman e si vede, ma sa anche come distinguersi dalla massa.

 

 

N 9 – CHRISTOPHER GOLDEN – DI SANTI E D’OMBRE: hanno denti affilati, vestono lunghi mantelli di nero raso svolazzante, sono belli e pallidi, trrremendamente sensuali e… assetati. Chi sono? Be’, NON i vampiri di questo libro. Questi sono pragmatici, riservati, vestono come tutti gli altri e con un cilindro in testa si sentirebbero ridicoli.

Tra l’altro, diciamocelo, hanno cose molto più serie di cui occuparsi. La Cara, Vecchia, Simpatica Chiesa Cattolica, ad esempio, che nel corso dei secoli è riuscita a rincitrullirli tutti fino a farli diventare isterici. Deve pensarci Peter Octavian ad aprire gli occhi ai suoi simili: ragazzi, non è vero che i crocifissi, l’aglio e il sole possono farvi molto ma molto male – è il succo del suo discorso – mai sentito parlare di malattie psicosomatiche? Be’, voi ne avete una.

E sarà meglio che iniziate a credere che sono tutte stronzate, prima di finire in graticola. E’ il primo di una serie, quindi stay tooned.

 

 

N 8 – PATRICIA CORNWELL – PREDATOR: calma. Non correte a controllare in libreria se vi è sfuggito qualcosa. In Italia uscirà tra poco.

Dopo il ributtante “La traccia” Patricia sembra essere tornata in forma. E’ confortante avere dei punti fermi e Kay Scarpetta è uno di questi.

Se ve lo state chiedendo… no, non è diventata più simpatica. No, non è diventata meno paranoica. No, non ha smesso di cucinare roba che vorrebbe far passare per cibo italiano. E… NO, non si è ancora disfatta dei tre moschettieri che le fanno da comprimari. Lucy, Marino e Benton sono sempre lì. Anche i morti non sono lontani e, credetemi, non muoiono bene.

E tra mostri in gabbia che si sottopongono a studi scientifici (Predator è un acronimo, che cosa vi credevate?) e mostri fuori dalla gabbia che gli studi (non proprio scientifici) li conducono, tutto sommato c’è da divertirsi.

 

 

N 7 – WILL CHRISTOPHER BAER – BACIAMI, GIUDA: il protagonista di questo libro ha la brutta sorpresa di addormentarsi accanto a una prostituta e di svegliarsi dentro una leggenda metropolitana. Qualcuno (provate a indovinare chi, eh?) gli ha espiantato un rene.  Sissignori, esatto.

Adesso è a mollo in una vasca da bagno piena di cubetti di ghiaccio, privo di un suo organo vitale (al quale, bisogna ammettere, non era molto affezionato, in ogni caso…), con un’ enorme cicatrice sulla pancia e un certo scazzo verso la prostituta: Jude.

Certo, però, Jude è intrigante, è ambigua, è arrapante, è il sogno bagnato di un malato di mente e, onestamente, Phineas Poe tanto sano non lo é… hem, che fare? Poe inizia col cercare di raggiungerla, se per riprendersi il rene o per riprendersi Jude è ancora da decidere.

Completamente delirante.

 

 

N 6 – JK ROWLING – HARRY POTTER E IL PRINCIPE MEZZO SANGUE: altro libro che sta per uscire in italiano. Sembra quasi inutile dire com’è finito in questa topten. E’ scritto bene, è divertente, è appassionante, è geniale. E’ HARRY POTTER, cazzo, e a me piace.

Forse avrete sentito dire in giro che non piace solo a me… be’: ci sono dei motivi. La stronzetta è brava, c’è poco da fare.

 

 

N 5 – DOUGLAS PRESTON, LINCOLN CHILD – DANCE OF DEATH: sta per uscire in italiano, a Marzo. Mi sto quasi stancando di dirlo.

Ok, se qualcuno era rimasto deluso da “Dossier Brimstone” adesso deve mangiarsi la lingua. Se non vi bastava Aloisius Pendegast, l’agente speciale più pallido, ectoplasmatico, becchiniforme e spassoso dell’FBI, sappiate che adesso potete iniziare a tenere anche per Diogenes Pendegast, il fratellino cattivo. E Diogenes è decisamente cattivo, non ha mezze misure. Se Aloisius fa venire i brividi Diogenes procura direttamente sincopi.

Ma non lasciatevi ingannare: uccidere gli piace, certo, rubare diamanti anche… ingannare, truffare, complottare, accoltellare… tutta roba che lo appassiona abbastanza. Ma quello che gli piace, gli piace veramente, è mettere nella merda il suo caro fratellino. Il quale, per una volta, si trova seriamente nello sterco di vacca.

 

 

N 4 – FRED VARGAS – SOTTO L’OMBRA DI NETTUNO: vi ricordate il commissario Adamsberg di “Parti in fretta e non tornare”? Be’: è tornato.

Anche un fantasma del suo passato è tornato. Bello grosso, con tanto di tridente. Il Giudice Fulgence terrorizzava Adamsberg anche da bambino, e non era niente in contronto a quello che aveva combinato a suo fratello. A Fulgence, poi, non dispiaceva neanche uccidere gente random con un tridente, lasciando un bel colpevole pronto e servito.

Adesso ha ricominciato ad uccidere. E’ sicuramente lui, Adamsberg non ha dubbi. C’è solo un piccolo dettaglio: Fulgence è morto otto anni prima. Per Adamsberg non è un problema, se deve catturare un fantasma, da bravo “spalatore di nuvole”, non ci pensa nemmeno a tirarsi indietro.

Immaginate un Pennac donna, uno Sherlock Holmes distratto e un Watson coltissimo e certo di morire da un momento all’altro… no, non ci siete ancora.

 

 

N 3 – TERRY PRATCHETT – PIEDI D’ARGILLA: ci sarebbe da prendere a morsi l’editore per il ritardo cronico con cui pubblica i libri di Pratchett. Stiamo parlando di un libro del ’98, gente.

Ank-Morpork, immensa città-stato del Mondo Disco, covo di ogni nequizia, detentrice dell’unico fiume su cui si possono disegnare col gesso i contorni dei cadaveri, governata con mano di ferro in guanto di velluto dal temibile Lord Vetinari, il Patrizio.

Lui, l’uomo il cui sarcasmo da solo fa tremare le gambe agli avversari, ha studiato presso la Gilda degli Assassini: non si sa che arma abbia scelto, ma di sicuro si è specializzato in linguistica e a nessuno pare che sia stata una soft option. Solo che adesso qualcuno lo sta avvelenando lentamente. Come? Chi? E perché, diavolo, visto che nessuno ha commissionato il lavoro all’apposita gilda?

A scoprirlo dovranno pensarci i ragazzi della Guardia Cittadina, Sam Vimes in testa. Considerando che il più sveglio è un troll non c’è da stare molto allegri, ma si fa quel che si può.

Esilarante. Esilarante. Esilarante. Si è capito che fa sbuzzare da ridere?

 

 

N 2 – JOE R. LANSDALE – CAPITANI OLTRAGGIOSI: Hap e Leonard are back! Il prmo è bianco, etero e democratico, il secondo è nero, gay e repubblicano. Il primo ha una ragazza rossa sboccata e un po’ pazza, il secondo un fidanzato dotato di giganteschi… pregi.

Quando Hap salva una ragazzina e il padre per ringraziare gli offre dei soldi, non si sa come lui e Hap finiscono su una nave da crociera. In Messico. Ovviamente i guai sono solo all’inizio quando la nave da crociera li molla in un paesino… tra messicane dal dubbio passato e dal torbido presente, gangster nudisti, killer mastodontici e vecchietti esperti nella lotta col machete, la vacanza di Hap e Leonard non sarà proprio di tutto riposo.

Come dire che Lansadle è una delle cose più belle capitate alla letteratura degli ultimi vent’anni?

Ironico, cinico, caustico, appassionante, grippante, page-turner, cattivo e assolutamente equo. Praticamente una mosca bianca: un tizio che ha una morale senza essere moralista.

 

 

N 1 – JEFF LINDSAY – LA MANO SINISTRA DI DIO: la scoperta dell’anno, almeno per me. Se vi trovaste davanti ai resti di una donna smembrata, dissanguata, insacchettata e lasciata davanti alla porta di un campo da hockey, che cosa pensereste?

Dexer Morgan “Mio Dio, è bellissimo”.

Dexter analizza macchie di sangue per la scientifica. Dexter ha una sorellastra poliziotto. Anche il suo padre adottivo era poliziotto. Hey, a Dexter piacciono un sacco i poliziotti: è un serial killer.

Se fosse un essere umano (ma non lo è) gli omicidi di questo “nuovo ragazzo sulla scena” lo emozionerebbero. Peccato che Dexer non prova emozioni. Certo che, però, è ammirato. Lui, l’altro, ha una gran bella tecnica. Se Dexter fosse un essere umano (ma non lo è) sarebbe dannatamente geloso del suo rivale. E poi, cazzo, perché il tizio usa il suo stesso modus operandi? E perché sogna i suoi stessi sogni (Darlky dreaming Dexter è il titolo originale)?

Così Dexter, il mostro più alla moda di Miami, inizia a diventare un mostro scontento e preoccupato. Eppure, chissà perché, non ha voglia di inserire il rivale tra i suoi prossimi clienti. Sì, perché Dexter, normalmente, uccide solo altri assassini. Suggerimento del papà adottivo, dopo che il terzo cane dei vicini era sparito.

In fondo, era l’idea vincente del caro papà, quella gente se lo merita. A Dexter la cosa è indifferente, ma giocare con i cattivi gli piace un sacco. Ci vogliono ore prima che si stanchi di loro…

Certo, però, questo ragazzo nuovo è proprio seccante. Bravissimo, un vero artista, ma seccante. Dexter, il bravo serial killer di quartiere, deve fare qualcosa…

 

 

E per il 2005 “è tutto, gente”.

Advertisements

Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. utente anonimo ha detto:

    sicura che piedi d’argilla fosse del 98?
    Mi sembrava che la trilogia della guardia cittadina fosse pubblicata in contemporanea (tempi di traduzione permettendo)… poi sul fatto della quantità enorme di libri di discworld non tradotti ancora… beh, lasciamo cadere un velo pietoso!

    E’ uscito in italiano un nuovo Hap e Leonard???????????? DOVEEEEEEEEEEEEEE????????

    Dal 6 gennaio sarò chiuso in camera a divorarmi il principe mezzosangue! arf!!!!

    3 libri alla settimana???? Ma come cazzo fai??? Leggi facendo finta di prendere appunti dei racconti dei tuoi pazienti????

    Parlando di serial televisi… evviva Scrubs ed evviva Band Of Brothers! Dr. House… visto poco, non picchiatemi!

    Ciaoooo belli!

    Buon Fine e Buon Inizio! Ci si vede l’anno prosismo!

    Robbè

  2. utente anonimo ha detto:

    ciao Robbè.

    no, la serie della guardia cittadina (che non è affatto una trilogia, checchè ne dica la salani, visto che dopo piedi d’argilla ci sono ancora come minimo due libri) è vecchiotta.
    dopo feet of clay abbiamo anche “jingo” e “the fifth elephant”, nonchè il misto streghe-guardia “masquerade”.

    hap e leonard ti attendono gioiosi in libreria…

    leggo tre o più libri in quanto passo un sacco di tempo in treno, e la sera non guardo la tv. ecco come faccio: che non si metta in dubbio la mia deontologia. be’, almeno in questo caso…

    infine, il tuo devastate vuoto intellettuale avrà presto la possibilità di colòarsi: DrHouse ricomincia ad aprile.

    buon anno nuovo a tutti…

    sraule

  3. utente anonimo ha detto:

    “colòarsi”

    hem… trattavasi di colmarsi, of course.

    sraule

  4. utente anonimo ha detto:

    cazzz… altri tre libri mi attendono??? che goduria! SALANI DATTI UNA MOSSA!!! CAZZO!!!!!

    Stando in un buco di culo di paese vado a comprarmi i libri all’ipercoppe che così ci ho anche lo sconto del 15% solo che lì nun c’è ancora arrivato. La prossima volta il tipo degli scaffali mi sente! cazzarola!

    mmmm…. se non guardi la tv… come hai fatto a vederti Dr. House e tutto il resto????

    Ciao Bella!

    Robbè.

  5. sraule ha detto:

    non è che non la guardo proprio MAI… in ogni caso la guarda la coinquilina e se c’è qualcosa che mi interessa mi chiama.

    altro motivo per santificarLa sempre 🙂

  6. utente anonimo ha detto:

    la tua coinquilina ieri ci ha paccato.

    come altre cinquemila persone, peraltro.
    oh, beh, è stata una giuliva serata comunque.

    più o meno.
    mhm.

    brullonulla from buzzino mansion

  7. utente anonimo ha detto:

    Bella la streetfight. Prossimo anno la rifacciamo.

    AnalCunt

  8. sraule ha detto:

    ma dov’è che siete andati alla fine?

    la coinquilina ha fatto bene a paccarvi, naturalmente…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...