Eh? Eh? Visto?


Dire che mi sento la più furba del reame è dir poco. *Naturalmente* non ce l’ho fatta da sola. Quando mai? I miei più sentiti ringraziamenti vanno a Brullonulla (mi piacerebbe saper linkare le parole direttamente nel testo, ma devo ancora imparare: http://brullonulla.splinder.com) e ad Armaduk che mi ha tradotto quello che Brullonulla mi aveva spiegato. Ciò non toglie che finalmente sono riuscita ad inserire un’immagine! Grande tripudio!


Ebbene, gente, *quello* è un ritratto della sottoscritta di Mr. Rossi, comparso nella storia a fumetti da me sceneggiata in “Book” (ed. Cut-Up): “Diamond Ducks”.


Oggi ho avuto la gradita sorpresa di un bruschissimo (si dirà così?) calo di pressione, che mi ha praticamente tolta dal mondo dei vivi per un paio d’ore. Ragazzi, da queste parti FA CALDO. Dopo un caffè e un bicchiere di acqua e zucchero (Eh, i buoni vecchi rimedi della nonna…) il mondo ha finalmente smesso di vorticare.


Altro punto all’ordine del giorno: che fine avrà fatto il libro che ho ordinato su BOL? *Loro* sostengono che gli ordini vengono evasi in 5-6 giorni. Sono ormai due settimane che aspetto.

Trattasi di “Dance of Death” di Preston e Child. Ho un piccolo debole per l’agente Pendergast. He-he (risatina imbarazzata). Il giorno che convincerò anche le case editrici americane a spedirmi le loro ultime uscite gratis sarà un grande giorno. Purtroppo non saprei bene come fare. Non so bene come fare neanche a farmeli spedire dalle case editrici italiane, ma molte hanno fatto da sè e hanno iniziato a spedirmi le loro robe senza che io chiedessi niente. Sono cose che ti fanno sentire molto virtuosa, visto che sarei stata tranquillamente disposta a strisciare ed implorare, se solo avessi saputo CON CHI.


A questo proposito, se ci fosse qualcuno della Mondadori in ascolto… Che cosa aspettate ad omaggiarmi anche voi?


Non è una richiesta peregrina. Offro ottime recensioni in cambio. Svolgo un servizio di pubblica utilità. Fino a poco tempo fa almeno metà degli incassi netti dell’editoria italiana sgorgavano direttamente dal mio portafogli. Leggo dai tre ai cinque libri alla settimana. Questo provoca (oltre che un grande aumento di saggezza) un progressivo depauperamento delle mie risorse economiche. Alla Giunti della mia città, ormai quando entro posso vedere la commessa che mi punta come un bloodhound da caccia alla volpe. Sento distintamente il suo cervellino che viene invaso dalla serotonina. O, a volte, dall’adrenalina.


Infatti io sono uno di quei clienti che-fanno-domande. Questo non piace alle commesse, ne sono quasi sicura. Però sono anche uno di quei clienti che-comprano-sempre-qualcosa. Questo credo che piaccia. Tutto non si può avere, giusto ragazze?


In ogni caso da quando c’è chi mi spedisce libri gratis compro un po’ meno e domando un po’ di più. Ma credo di essere in cima alla loro classifica di top-buyer lo stesso. E poi devo ancora risolvere il problema delle case editrici straniere.


Al momento la mia wish-list comprende:

1) “Dance of Death”, Preston, Child. Quanto **** ci mettono a spedirlo? La relazione della carta di credito è già arrivata e il libro no. Come si spiega?

2) “Harry Potter and the half blood prince”, Rowling. E’ molto triste, lo so, ma sono dannatamente curiosa di sapere che cosa combinerà quello stupido maghetto cicatrice-munito. Il mio personaggio preferito, ad ogni modo, è Lord Voldemort. Voldy per gli amici. A good chap, alla fin fine.

3) “The fift elephant”, Pratchet. Ho da poco finito di leggere “Jingo” e sono già in crisi di astinenza. Tra l’altro, anche le commesse della Feltrinelli International mi vogliono un discreto bene. Inoltre, strano ma vero, a loro PIACE chiacchierare di libri. Potrei anche stabilirmi da quelle parti.

4) Infine il Meridiano di Raymond Chandler. Ha un prezzo astronomico e ho già tutti i libri che vi sono compresi, ma mi mancano un paio di racconti. Come fare? Si prospetta un problema di coscienza. E, aimè, la mia coscienza è terribilmente gommosa.


Tutto sommato non è nemmeno così lunga. Ci vuole talmente poco a rendere felice una ragazza.



























Informazioni su Susanna Raule

Psicologa e psicoterapeuta, è nata alla Spezia del 1981. Nel 2005 vince il Lucca Project Contest con il suo fumetto Ford Ravenstock – specialista in suicidi, per i disegni di Armando Rossi. In seguito Ford Ravenstock è finalista al Premio Micheluzzi. Lavora come sceneggiatrice per vari editori, nazionali e internazionali, su titoli come “Inside”, “Ford Ravenstock”, “Dampyr” e altri. Affianca a questa attività quella di traduttrice. Nel 2010 è tra i finalisti del premio Io Scrittore promosso dal gruppo editoriale Mauri Spagnol con L’ombra del commissario Sensi, che esce nel 2011 per Salani. Nel 2012 viene pubblicato il suo secondo romanzo, Satanisti perbene – Un nuovo caso per il commissario Sensi, sempre per Salani, nel 2013 l’ebook Anatomia di uno statista, nel 2014 il romanzo Il Club dei Cantanti Morti e il graphic novel Inferno. Nel 2015 un nuovo romanzo con protagonista il commissario Sensi, per Salani, L’architettura segreta del mondo. Il suo sito è: sraule.blogspot.com

»

  1. brullonulla scrive:

    sospetto di aver dimenticato di strillarti al telefono “BUON COMPLEANNO SUSY”.

    beh,beh. in ogni caso, così è.

    complimenti ad armaduk per il ritratto 🙂 (e anche al soggetto del ritratto!) – anche se questo blog sta rapidamente crollando nel diventare uno strumento di marketing dei vostri prodotti fumettoidi.

    quanto al mettere i link:
    [a href=”http://www.cazzodisito.xyz”]hey guardate che bel link[/a].

    spero si sia capito.

  2. brullonulla scrive:

    Ci vuole talmente poco a rendere felice una ragazza.

    quella che le dimensioni non contano è notoriamente una pietosa menzogna.

  3. sraule scrive:

    Ovviamente la è. Era per non infierire.
    Credo anche di aver capito abbastanza come mettere i link. Poi ci provo.

    In ogni caso l’11 Luglio avresti dovuto strillare “buon compleanno” a SIMONA, non a me. Per me era valido l’1.

  4. utente anonimo scrive:

    quella che le dimensioni non contano è notoriamente una pietosa menzogna.
    Kazzodikristo!!
    Ci avevo impiegato 5 anni a convincerla del contrario…
    Arm

  5. sraule scrive:

    Ci avevo impiegato 5 anni a convincerla del contrario…

    non avevi convinto nessuno.

  6. brullonulla scrive:

    armaduk, RICORDATI DI CHIUDERE LE TAG CRISTO!!

  7. sraule scrive:

    armaduk, RICORDATI DI CHIUDERE LE TAG CRISTO!!

    scusa capo, adesso vado a chiuderle!

    armaduck

  8. utente anonimo scrive:

    presuppongo che uno dei giorni di questo mese fosse il tuo compleanno…
    me ne rammarico ma non lo sapevo x cui ti auguro buon compleanno in ritardo!
    ele

  9. utente anonimo scrive:

    grazie!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...